La corsa al selfie è ufficialmente iniziata. Già ieri pomeriggio folle di curiosi provenienti da ogni parte d'Italia si accalcavano nei pressi del teatro Ariston per riuscire a immortalare i personaggi del cuore. Ma se da una parte ci sono i fan club che si sono organizzati per seguire i propri idoli, dall'altra c'è chi è alla ricerca indiscriminata di un personaggio che possa avere anche solo una parvenza di notorietà. E così la città è piena di "paparazzi amatoriali" pronti a immortale ogni vip, o presunto tale, che si trovi in questi giorni nella città dei fiori.

Se la ricerca si concentra maggiormente nei pressi del Teatro Ariston, picchettando non solo gli ingressi principali, ma anche quelli secondari, dall'altra ogni minimo avvistamento di movimenti "sospetti" fa accorrere subito la folla di curiosi.

È quanto accaduto anche ieri pomeriggio al Pala Fiori, dove era in corso uno dei tanti eventi collaterali che in questa settimana fanno da cornice al Festival. Un piccolo passaparola, un po' di gente assiepata e improvvisamente tutti si sono fermati davanti alle porte d'ingresso bloccando anche la circolazione con un'onda unanime di persone che si è spostata subito per non perdersi nulla.

La domanda che si rincorreva era sempre la stessa: "Cosa sta accadendo? Chi c'è dentro?". E le reazioni sono state le più disparate. Chi attendeva pur di riuscire a incontrare un personaggio famoso e chi faceva la scrematura. Saputo della presenza di politici, in tanti hanno deciso di fare retromarcia perché non interessati agli uomini di partito.

La caccia è ufficialmente iniziata e oggi, con l'arrivo completo anche di cast degli ospiti, influenzer e vip prezzemolino gli smartphone saranno in modalità on ventiquattrore al giorno, ponti a immortalare ogni scatto che sui social possa far dire: "Anche io c'ero".