Il Coro Gaudete in Domino di Veroli, diretto dal M° Luigi Mastracci, ha cantato la preghiera semplice di San Francesco come messaggio di speranza e di vicinanza al popolo ucraino e a quanti vogliono la pace. Una registrazione dell'esibizione è stata inviata ad alcuni contatti dei coristi che vivono nella regione di Kiev.

Struggenti i commenti degli ucraini che hanno potuto ascoltare la voce di Veroli per la loro Nazione: «Ci avete regalato, con il vostro canto, attimi di pace e di tranquillità, come non si vivevano da giorni. Sapere che c'è chi prega per il nostro popolo e per la pace ci darà la forza di affrontare con coraggio quello che verrà.La gioia e la sorpresa di ascoltarvi cantare hanno sovrastato, nel nostro animo, la paura per il mortifero canto delle bombe.

Il delicato tocco dell'organista, che ha reso la melodia ancora più tenera e amabile, è stata una carezza per la nostra gente. Speriamo di poter venire in Italia, e di potervi ringraziare di persona». «Che Dio ascolti il nostro canto e ci faccia strumenti della sua pace» ha commentato il Maestro Luigi Mastracci.