Costruire opere che possano rappresentare un valore anche nel futuro. Una buona progettazione è sicuramente necessaria, ma l'utilizzo di buoni materiali è indispensabile. Per questo, Acea Ato 5 ha scelto di impiegare, per la realizzazione delle nuove reti idriche, tubature ed elementi tecnici in "ghisa sferoidale", abbandonando l'utilizzo di materiali plastici meno performanti. Lo scopo è quello di realizzare nuove condotte idriche, rinnovare e potenziare quelle esistenti con soluzioni che garantiscano buone prestazioni e risultino durature nel tempo, anche operando in terreni o condizioni particolari.

Non si tratta solo di portare acqua nelle abitazioni di tutti i cittadini e di garantire la depurazione di quella restituita dopo l'uso, ma di dotare l'intero territorio di infrastrutture, reti e impianti duraturi e funzionali che possano rappresentare un valore anche nel futuro e per tutti i soggetti che saranno chiamati alla gestione del servizio, primi tra tutti i Comuni che restano gli unici proprietari delle nuove opere.

L'uso della ghisa, quella che era la "ghisa grigia", nelle condutture dell'acqua non è certo una novità. La lega ferro-carbonio ha una storia ultracentenaria nell'impiego acquedottistico. La vera novità viene dall'applicazione, negli ultimi decenni, di tecnologie innovative nella produzione della ghisa che ha così acquistato caratteristiche e proprietà perfettamente adattabili alle esigenze di progettazione e di realizzazioni idrauliche.
La ghisa sferoidale, con cui sono realizzate le nuove tubature, è una variante della lega tra ferro e carbonio in cui questo secondo elemento, in forma di grafite, si raggruppa in microscopiche sfere che potenziano la resistenza e la malleabilità della ghisa.
La ghisa sferoidale è anche detta "duttile", proprio per la facilità di plasmarla in fase di produzione dei vari elementi.

Le nuove condotte idriche realizzate con questa particolare lega, che Acea Ato 5 ha già iniziato a costruire, garantiranno così il più elevato grado di sicurezza, una resistenza superiore alla corrosione naturale, un'elevata capacità di assorbimento delle vibrazioni, semplicità d'impiego e maggiore resistenza a sollecitazioni dovute a flessione per pressione o cedimento del terreno.

Le tubature in ghisa sferoidale sono trattate esternamente con vernici che ne contengono la corrosione ed internamente con particolari malte cementizie inerti al contatto con l'acqua potabile e capaci di ritardare nel tempo il deposito di calcare; risultano, infine, adatte alla quasi totalità delle tipologie di terreno e non richiedono particolari opere di preparazione, risultando per potenzialità e qualità un vantaggio di certo superiore ai costi di realizzazione delle opere.

Inoltre, con queste opere verranno attuate nuove modalità di realizzazione degli allacci alla condotta di distribuzione, grazie all'impiego di raccordi e tubi in acciaio zincato rivestito in pvc e al posizionamento delle linee a quote idonee e corrette per limitare il condizionamento dovuto alle temperature esterne e per ridurre le sollecitazioni del traffico veicolare (almeno un metro di profondità ove è possibile).
Acea Ato5, forte dell'esperienza, delle conoscenze e della capacità che sono proprie dell'intero Gruppo Acea, conferma così di continuare a porsi obiettivi elevati per una gestione sempre più efficiente ed efficace del servizio idrico integrato negli 86 Comuni dell'Ato 5 di Frosinone, con alta professionalità e capacità tecnologica.