Parole e idee trasformate in oggetti d'arte, plasmando la materia per raffigurare emozioni attraverso un materiale portatore di storia. I lavori ricavati dall'argilla di Rita Turriziani Colonna rappresentano una riflessione sulla vita, che non conoscono censura e sanno esprimere significati che colpiscono emozionalmente in modo diretto. La sua forza sta proprio in questa capacità di rendere le sue figure di facile decifrazione per essere colte nella loro più chiara essenzialità.

Plasmare attraverso tratti mai spigolosi, o duri, la capacità di astrarre, sanno evidenziare l'idea di fondo che l'artista vuole esprimere, nella sua più alta verità artistica. Rita Turriziani è riuscita, tra sperimentazioni e continue sfide, ad esprimersi tecnicamente in modo impeccabile, e, con una capacità espressiva, che sa raggiungere la mente, in un'armoniosa espressione dell'impegno con cui cerca la perfezione tecnica per realizzarla. La prima cosa che balza all'occhio, nei lavori della Turriziani Colonna è la libertà della costruzione creativa: parlare quindi di "opera senza confini", assume un significato ben preciso che ci riconduce ad una progettualità creativa che ben si coniuga con la sua personale sensibilità e che la conduce poi, ad impreziosire l'insieme, con tocchi raffinatissimi di colore.

Tale tecnica ci introduce in un mondo ricco di citazioni poetiche, di profonde emozioni che sembrano emergere da remoti abissi temporali e che, tuttavia, proprio per l'ardire della costruzione, risultano vitali e contemporanee. L'artista dell'anima e della materia primaria che è l'argilla, porta alla ribalta ninfe prive di peso, dal colore leggero e con una luce che sprigiona dinamicità e calore all'opera d'arte. La Turriziani è dunque un'artista, la quale, pare ricercare, con la terracotta, quasi un contatto fisico, nel tentativo di carpire, dalla malleabilità e dalla disponibilità di tale materiale, a farsi modellare, i segreti di millenni di storia.

È una forma di dialogo che l'autrice esegue in maniera razionale con la materia prima, portando nelle sue opere, una tecnica sicura e raffinata che le consente di esaltare la sua alta vena creativa. Rita Turriziani ha consolidato la sua evoluzione, dedicandosi agli aspetti fondamentali della creatività, e si esprime con un linguaggio centrato sulla costruzione razionale della forma plasmata da cui nascono forme arricchite da allusioni simboliche universali. La passione per l'arte nasce da molto lontano per Rita Turriziani Colonna e prosegue passando dagli insegnamenti di Guido Mariani, e oscilla con eleganza tra figurazione e astrazione, sperimentando materie e tecniche diverse.

La realizzazione dei suoi lavori non segue uno stereotipo comune, segue invece un impulso che, provenendo dal profondo della sua emotività artistica, genera un mondo diverso, nuovo e straordinario. La storia artistica di Rita Turriziani Colonna nasce dalla città di faenza, nota per la tradizione della ceramica. I legami familiari e l'abituale frequentazione con la cultura faentina, prolifica di eventi e di scuole d'arte, favoriscono una personalità sensibile, educata all'arte. Coltiva questa passione con massimo desiderio, ne cura la crescita praticando corsi formativi guidati da maestri internazionali e nel tempo, con l'uso della ceramica, scopre l'amore per la scultura. Nelle sue opere conferisce peculiarità, un animo romantico espresso con discrezione e notevole garbo nella materializzazione dei propri sentimenti.