ACI SI RACCONTA: Chi siamo... L'ente dai mille volti.  
Automobile Club provinciale. Ecco tutte le sue diverse anime
"Cogliamo l'occasione di questo spazio per far conoscere un po' meglio cos'è l'ACI e quali sono le sue prerogative, visto che molto spesso si dicono e si scrivono cose inesatte. L'Aci dal punto di vista organizzativo è una Federazione di Automobile Club provinciali che si sono uniti dando vita all'Automobile Club d'Italia. Dal punto di vista giuridico l'ACI(e, di conseguenza, ogni Automobile Club provinciale), è un Ente Pubblico Non Economico (EPNE) e per questo non ha fini di lucro e non rientra nel Conto Consolidato dello Stato, non percependo fondi pubblici. Oltre a questo, l'ACI è una Federazione sportiva nazionale riconosciuta dal CONI e ad essa attengono tutti gli sport automobilistici (Rally, Slalom, Karting e quant'altro). Ma ACI è anche un'Associazione, contando oltre un milione di Soci che, per il solo fatto di
avere la tessera ACI, hanno diritto di voto per scegliere i Consigli direttivi dei singoli Automobile Club e, di conseguenza, partecipano indirettamente anche all'elezione degli organi nazionali.

Nelle varie province la Federazione è rappresentata da due diverse strutture, l'Automobile Club provinciale, nel nostro caso quello di Frosinone e l'Unità Territoriale ACI che gestisce il Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Il primo è nella storica sede di via Firenze nella parte alta della città e comprende la Delegazione di sede che offre servizi alla cittadinanza,
la Presidenza, la Direzione e gli uffici amministrativi. Il secondo si trova nella sede di via Ponte La Fontana, in zona De Matthaeis e comprende gli sportelli PRA, l'Assistenza Bollo e l'amministrazione. Sul territorio si trova la capillare rete di punti vendita, le cosiddette Delegazioni ACI, che sono degli studi di consulenza e pratiche automobilistiche affiliate che
offrono una vasta gamma di servizi all'utenza. In provincia di Frosinone si contano attualmente ben 24 Delegazioni nei comuni di Frosinone (3), Alatri, Anagni, Arce, Atina, Cassino (2), Castrocielo, Ceccano, Ceprano, Ferentino, Fiuggi, Paliano, Pico, Piedimonte S. Germano, Pontecorvo, S. Giorgioa Liri,S. Vittore, Sora (2), Veroli (2).

La ‘famiglia' ACI, infine, comprende tutta una serie di società collegate, a totale o parziale
partecipazione, che si occupano dei diversi ambiti da quello assicurativo (SARA Assicurazioni), a quello del soccorso stradale (ACI Global), a quello sportivo (ACI Sport e Vallelunga), a quello di studio (Fondazione Caracciolo) fino a quello tecnico (ACI Informatica, ACI Consult, ACI Progei, ACI Infomobility). Insomma, quando si parla di ACI bisogna tener presenti le tante anime che, da circa un secolo, fanno si che sia sempre attuale e al passo con i tempi, al fianco degli automobilisti all'inizio, di tutti gli utenti della strada e dei cittadini in genere oggi.

Coronavirus: sospese le manifestazioni motoristiche
Questo fine settimana si sarebbe dovuto aprire il Campionato Regionale di kart con la prima prova in programma sul circuito di Viterbo. Le note vicende legate all'emergenza Coronavirus hanno fatto decidere alle federazioni legate al Coni di interrompere ogni attività. Questo il testo del comunicato apparso sul sito ufficiale dell'ACISport: "ACI Sport,investe di Federazione nazionale per lo sport Automobilistico per conto dell'Automobile Club d'Italia, in ottemperanza al decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri fatto proprio dal CONI, che introduce misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 ed a tutela dell'equità sportiva, comunica che tutte le attività, gare e manifestazioni automobilistiche organizzate sotto l'egida federale sul tutto il territorio
nazionale ed in calendario dal 24 febbraio all'1 marzo 2020 sono rinviate a data da destinarsi. La Federazione sportiva si riserva la facoltà di provvedere ad ulteriori rinvii". Sperando che la situazione possa dare segnali positivi, tutto fermo dunque per quanto concerne lo sport automobilistico, mentre per le due ruote la Federmoto ha emanato un analogo provvedimento che interessa però le sole regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto. Per quanto riguarda la nostra provincia, l'appuntamento più immediato è abbastanza lontano, il 19 aprile, quando inizierà la stagione automobilistica ciociara con la disputa dello "Slalom dei Due Comuni Alatri-Veroli".Sempre ad aprile, il 26, ci sarà ad Arce la terza prova del Campionato Regionale Kart, mentre la stagione rallystica provinciale avrà inizio il 9-10 maggio con il Rally Terra di Argil.