Ha 22 anni e la vita la narra in versi. Il "sentire" viene tramutato in scrittura e le note della sua poesia incantano chi le ascolta una o cento volte.
È così che la giovane poetessa Asia Vaudo di Cassino ha vinto la seconda edizione del Premio nazionale di poesia "Innesto", promosso nell'ambito di Bologna Award 2020 da Fondazione Fico con fondazione Pordenonelegge e clanDestino, rivista di poesia e letteratura.

Lo ha deciso la Giuria del premio, composta fra gli altri dai poeti Davide Rondoni, Gian Mario Villalta e Gianfranco Lauretano, con l'agroeconomista Andrea Segrè: nei versi di Asia Vaudo si è resa chiara e urgente l'attenzione per il tema al quale era dedicata la seconda edizione del premio, "Salus, salute", intesa come obiettivo per ogni cittadino del pianeta ma anche come parola-ponte per lo sviluppo sostenibile, l'unico che può garantire un futuro agli abitanti della Terra. Asia Vaudo sarà premiata domani, nell'ambito della quinta edizione di Bologna Award e del convegno internazionale dedicato a Smart&Urban Farming. Mangiare e vivere sostenibile", in programma dalle 16.30 a Bologna -Palazzo D'Accursio.

Sarà il poeta e scrittore Davide Rondoni a proclamare ufficialmente la vincitrice e a consegnare il riconoscimento. Nell'occasione Asia Vaudo leggerà una selezione di versi dalla raccolta che ha conquistato il Premio Innesto 2020. Fra questi quelli della lirica "Pesce-cani": «Dissi: "Sono diventato vecchio, sono diventato malato. Come si guarisce dalle malattie?".
Loro mi dissero che le malattie - tutte le malattie - sono roba della Terra, e che appena solchi il mare le lasci indietro – non nuotano mica, i malanni».

Chi è Asia
È nata nel 1998 a Cassino ed è da sempre appassionata di scrittura. Studentessa di lettere Moderne all'Università di Cassino e di critica cinematografica a Roma, nonostante la giovane età ha vinto diversi premi letterari, distinguendosi per le sue qualità creative. È autrice di "Neve. Una storia di tenerezza" (Booksprint 2014), "La luce bianca dei cuori danzanti" (2017), "Essere altro" (Edizioni Ensemble 2020). Nelle settimane difficili del lockdown ha scritto il racconto "Diario di una quarantena infelice" per denunciare la violenza, anche familiare e domestica, contro le donne.

Una sua poesia è inclusa nell'antologia "Voci Poetiche per Alda" dedicata alla poetessa Alda Merini. La narrazione poetica, il sentire dei giovani, l'attenzione per la salute dell'uomo e del pianeta sono i tre "ingredienti" del Premio nazionale di Poesia "Innesto" 2020.
«Salute e ricerca del senso della esistenza - ha spiegato Davide Rondoni - sono sempre in relazione. Sostenibilità, non spreco, della cura di sé, dell'altro e del pianeta».