Dopo il forzato annullamento della scorsa edizione a causa del Covid 19, l'accogliente "Nuvola" di Fuksas torna ad ospitare, da ieri all'8 dicembre prossimi, a Roma, "Più libri, più liberi", la Fiera della piccola e media editoria. Meritevole manifestazione che, quest'anno, "spegne" la sua ventesima "candelina".
Come da tradizione gli organizzatori hanno approntato un programma estremamente articolato, vario ed interessante. Sono infatti previste centinaia di presentazioni, incontri e dibattiti, nel corso dei quali si parlerà di cultura, attualità, storia, politica, costume, musica, cinema, sport; ma, soprattutto, come è ovvio, di letteratura. Sperando di fare cosa gradita, e senza ovviamente alcuna pretesa di esaustività, ci permettiamo allora di segnalare almeno qualcuno degli eventi che si susseguiranno nelle varie sale che gli organizzatori hanno messo a disposizione di autori, giornalisti ed addetti ai lavori.

Per rendersi conto dell'incredibile eterogeneità degli eventi "in cartellone", basterà scaricare il programma della rassegna capitolina. Sabato alle 11, nella "Sala Luna", si è parlato di ludopatia. E' stato infatti presentato il libro di Emanuela Atzori, Dori Montanaro, Marinica Montanaro e Ilario Ritacco, intitolato "Gaming patologico. Quando il gioco diventa pericoloso".
In contemporanea, nella "Sala Sirio", si è discusso di un argomento molto diverso: si parlerà del volume di Laura Erickson-Schroth e Benjamin Davis "Genere e identità.
Tutto quello che c'è da sapere". Alle 12.30 Francesco Rutelli, nella "Sala Venere", è intervenuto per illustrare al pubblico presente il contenuto dell'interessante saggio, curato da Marina Formica, intitolato "Roma Capitale. La città laica, la città religiosa (1870-1915)".
Alla stessa ora, nella "Sala Polaris", Maurizio Crosetti è stato a disposizione per spiegare i segreti del suo libro "Imperfetti. I miti controversi dello sport". Tutt'altro argomento è stato protagonista, alle 13.45, nella "Sala Giove", dove si è discusso infatti degli effetti della comunicazione di massa, con l'occasione prendendo a spunto ben tre volumi appena pubblicati, e precisamente: "Social-totalitarismo" di Silvio Maresca, "La bulimia dei media" di Franco Ferrarotti e "Marshall aveva ragione" di Gianpiero Gamaleri. Alle 15.30, nell'auditorium della "Nuvola", si è invece svolta una "lectio magistralis" di Alessandro Baricco sul "potere liberatorio dei libri". Oggi, domenica 5 dicembre, invece, alle 12, sempre all'auditorium, in cattedra è salito Alessandro Barbero, il quale ha presentato il suo "Alabama", romanzo storico che si svolge durante la Guerra di Secessione Americana. Alle 15, invece, nella "Sala Marte" la protagonista è stata la musica. E' stato  infatti presentato il libro di Angelo Sorino "Rino Gaetano e il Regno di Salanga. Una biografia in autostop". Oltre all'autore, sono intervenuti anche Ernesto Bassignano e Pierluigi Germini.

Alle 17, nell'Arena Robinson entrerà Corrado Augias, il quale, assieme a Dario Olivero, ha parlato delle "Ultime dalla Bibbia". Particolarmente nutrito ed interessante è il programma di lunedì 6 dicembre. Alle 14, nella "Sala Polaris", prendendo a pretesto l'omonimo libro di Roberto Cicala, Giampiero Mughini utilizzerà la sua inimitabile dialettica per addentrarci ne "I meccanismi dell'editoria". Alle 16.30, nella "Sala Antares", ci sarà un dibattito per parlare, assieme a Federica Meta, Antonio Pavolini, Stefano Epifani, Lorenza Fruci e Rosa Polacco, delle nuove professionalità e dei nuovi modelli dell'intermediazione culturale. Alle 17.30, nella "Sa la Luna", Concita De Gregorio presenterà il libro di Eva Giovannini, intitolato "Oriana Fallaci. Il Vietnam, l'America e l'anno che cambiò la storia". Alle 18, nella "Sala Sirio", invece, il grande paroliere Mogol offrirà la sua autorevole opinione sul libro di Antonio Mistretta: "La musica perduta".

Non mancano, come da tradizione, nel nutritissimo cartellone della interessantissima manifestazione capitolina, gli eventi specificamente dedicati ai ragazzi.
E infatti, sempre il 6 dicembre, alle 10.30, nella "Sala Vega", cogliendo l'occasione del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, si parlerà della "Divina Commedia". Alle 11, invece, nell'Auditorium, Laura Boella terrà una "lectio magistralis" parlando al giovane pubblico presente in sala delle varie forme della lettura.
Alle 12.30, nella "Sala Polaris", Nicoletta Merlo, Anna Scuotto e Anna Zeloni proveranno ad aiutare gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori a scegliere il giusto percorso di studio universitario e di lavoro. Martedì 7 dicembre, alle 11.30, nello "Spazio RAI", Gianni Riotta, Simona Sala, Alberto Matano e Simone Cantagallo, moderati da Claudia Mazzola, discuteranno dell' "altro volto della disinformazione".
Nella "Sala Nettuno", alle 12.30, si ricorderà la figura e l'opera di uno degli scrittori più geniali della storia della letteratura, Jules Verne, del quale, l'anno prossimo, verrà celebrato il 150° anniversario del suo celebre "Giro del mondo in 80 giorni". Alle 15, nella "Sala Venere", protagonista sarà la Ciociaria. E infatti la Regione Lazio, in collaborazione con il Laboratorio LIBeR.

Libro e ricerca e il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Cassino e del Lazio meridionale, ha organizzato un interessante dibattito: "MeMo –Memory of Montecassino La tecnologia al servizio della conoscenza e della valorizzazione del patrimonio".
A parlarne saranno Marilena Maniaci, Giulia Orofino e Nicola Angari. Alle 17, nell'Auditorium, ci sarà invece Francesco Bei, che intervisterà lo scrittore Gianrico Carofiglio. In vista della ricorrenza dei 100 anni dalla sua nascita, alle 17, nella "Sala Marte", Sandra Giuliani e Daniela Cicchetta presenteranno il libro di Dario Pontuale, intitolato "La Roma di Pier Paolo Pasolini".
Mercoledì 8 dicembre, ultimo giorno della rassegna, il programma è molto nutrito. Alle 12 Michela Murgia, nell'Auditorium, dialogherà infatti con Roberto Saviano.
Alle 13.30, sullo stesso "palco", salirà invece Zerocalcare, per parlare della sua originalissima visione del mondo. Poco dopo, alle 14.15, nella "Sala Sirio", Margherita Schirmacher intervisterà Jonis Bascir, chiedendosi, con il prezioso contributo musicale di Fabio Zeppetella, se, davvero, "Il jazz è morto".
Lillo e Greg animeranno invece, alle 15, la "Sala Elettra", parlando al pubblico della loro "Biografia non autorizzata".

Nella "Sala Sirio", alle 15.30, il protagonista sarà lo sport capitolino. Perché si discuterà di calcio, chiacchierando, con sincera ma controllata passione, del libro di Luigi Panella e Fabio Argentini, intitolato "Il grande libro del derby di Roma". Alle 16.45, nella "Sala Vega", si parlerà di storia. Paolo Di Paolo intervisterà infatti Luigi Mascilli Migliorini, autore del libro "L'ultima stanza di Napoleone". Alle 18.15 si cambierà completamente registro dialettico, perché, nello "Spazio RAI", Ricky Tognazzi presenterà il volume dedicato a suo padre ed intitolato semplicemente "Ugo". Alle 18.45, poco prima della chiusura della manifestazione, la "Nuvola" "Si vestirà di nero", in quanto Giacomo Galanti incontrerà gli autori dei libri-inchiesta "Bestie di Satana"(di Armando Palmegiani e Fabio Sanvitale), "Morte di un bravo ragazzo"(di Paolo Gentili) e "Il delitto di via Poma trent'anni dopo"(di Igor Patruno).