Dalla penna di J.K. Rowling sono nate storie in grado di far sognare generazioni e generazioni di spettatori, tutti tornati con gli occhi sognanti dei bambini davanti alla meraviglia. La trafila di film che ha visto come protagonista Daniel Radcliffe si è conclusa con l'ottavo capitolo, chiudendo il ciclo in maniera molto fedele a quanto già letto nei libri. Le nuove opere, però, spesso nascono quando la fantasia può galoppare serenamente ed è così che la storia di "Animali fantastici e dove trovarli" nasce dalle pagine dell'omonimo libro.

La differenza? Il volumetto era un bestiario: un catalogo di mostri nati e sviluppati dalla fantasia della scrittrice inglese arricchiti da piccoli spunti, appunti e note di Newt Scamander, il più grande esperto delmondo magico di creature fantastiche. Il primo capitolo ha introdotto proprio Newt, giovane spensierato, allampanato e stralunato, in viaggio per il mondo per curare e accudire il suo tesoretto di creature. Le disavventure con il Magusa, in cui il giovane Scamander era incappato, aveva portato alla rivelazione sconcertante del ritorno in libertà di Gellert Grindelwald, criminale famoso in tutto il mondo che, negli anni, si era lasciato dietro una scia di morte e devastazione.

Il sentimento di rivalsa che anima la coscienza corrotta di Grindelwald lo ha portato a farsi alleati potenti nel mondo magico, cercando di costruire un fronte in grado di sovvertire l'ordine, portando i maghi in superficie e scacciando gli umani senza magia. Il film è un viaggio atipico nei luoghi che abbiamo imparato a conoscere con Harry Potter. L'aura di candida magia che avvolge tutto viene travolta dalle atmosfere plumbee e urbane di questa nuova saga. Un sentimento anti-magico, non dissimile da un proibizionismo misto a odio razziale, anima la popolazione che si ribella alla presenza dei maghi in suolo americano.

In questo clima vivono e proliferano i maghi nella più classica delle società segrete, ma non sono tutti d'accordo a vivere in queste condizioni… Interpretazioni di qualità per un filmche stravolgei canonidella magia che abbiamo imparato a conoscere in oltre dieci anni di pellicole "Rowling-esche". Un'atmosfera più dark in grado di catturare l'attenzione di spettatori più avvezzi ad altri generi. Johnny Depp è ipnotico nella sua versione criminale, in grado di catturare l'attenzione in ogni scena, peccato che, a seguito di una scelta della casa di produzione, non tornerà per i prossimi capitoli.
Da non perdere, su Netflix.