“Quella di domani sarà una partita molto tattica, ma noi siamo motivati a fare il massimo in queste ultime due partite del girone d'andata”. Alla vigilia della trasferta contro il Sassuolo, il tecnico del Frosinone Roberto Stellone rivela che ci saranno delle modifiche: “Proveremo a cambiare atteggiamento fuori casa, saremo un po' più coperti, anche perché le partite si possono vincere anche aspettando l'avversario e colpendolo con le ripartenze. Ogni modulo ha i suoi pro e i suoi contro, ma quello che fa veramente la differenza è l'atteggiamento della squadra e la comunicazione tra i giocatori in campo”.

L'allenatore giallazzurro farà turn-over: “Nelle prossime due gare, che capitano a distanza ravvicinata, cercherò di far ruotare il più possibile i giocatori. Alcuni sono stati utilizzati meno, ma l'importante è che, quando vengono chiamati in causa, si facciano trovare pronti. Tonev? Sta bene, inoltre ha caratteristiche diverse rispetto agli altri esterni, perché eventualmente può fare anche l'ala. Kragl sarà comunque convocato, in attesa che arrivi il transfer che gli permetterà di scendere in campo. Nelle ultime gare abbiamo subìto molti gol, è vero, ma la fase difensiva riguarda tutta la squadra, non solo il reparto arretrato, perciò la responsabilità di tutti”.

Il tecnico dei canarini si concentra dunque sulla gara di domani: “Il Sassuolo ha grandi qualità; noi dovremo essere bravi a non dar loro spazio, a non concedere la superiorità numerica: bisognerà stare stretti e compatti, cercando poi di ripartire per fare male. Siamo due squadre che giocano in maniera diversa: loro fanno girare molto il pallone, mentre noi puntiamo meno al palleggio e cerchiamo di più la verticalizzazione. Non sarà facile, ma proveremo con tutti i nostri mezzi a fare punti”.

Nel video, un estratto delle parole di Roberto Stellone durante la conferenza