La FMC si aggiudica con pieno merito la finale del “1° Trofeo Città di Ferentino”, battendo una Pallacanestro Trapani estremamente quadrata. I ciociari dimostrano di poter ambire ad un ruolo da protagonista battendo una delle squadre più accreditate nel girone ovest, anche in una serata in cui Bulleri, Bowers e Gigli non hanno brillato. Gli amaranto hanno però dimostrato di poter trovare protagonisti diversi, come l’inatteso Carnovali, bravissimo a farsi trovare pronto nel momento del bisogno.
I siciliani invece hanno messo in mostra un gruppo italiano molto solido, che è riuscito a sopperire alla serataccia dell’americano Griffi e all’assenza per infortunio dell’altro Usa Mays.
Coach Fucà deve rinunciare all’ex Pesaro Raspino, uscito malconcio dalla sfida con Latina e tenuto a riposo precauzionale, in attesa di svolgere ulteriori accertamenti ad inizio settimana. La partenza della FMC è comunque lanciata: subito 7-0 con un Bj Raymond preciso fin dall’inizio nel tiro da lontano. Chessa e Tommasini provano a rispondere, ma i ciociari attaccano in scioltezza e segnano due volte sulla sirena con Bowers e Gigli, restando avanti 12-5. Trapani allora si affida a Renzi, che colpisce con il pick and roll e dal post, firmando il –1 per i siciliani. Gli amaranto non fanno una piega e ribattono colpo su colpo con la coppia Imbrò-Mazzantini abilissima nell’uno contro uno, poi anche Carnovali va a segno da dietro l’arco per il massimo vantaggio (16-25). Nel finale Ferentino sbaglia alcuni tiri ben costruiti, così gli ospiti rosicchiano qualcosa con Tommasini e la tripla di Filloy, ma al primo riposo gli uomini di Fucà controllano comunque sul 27-21, dopo un primo quarto offensivamente perfetto.
I gigliati rientrano in campo completamente trasformati in negativo e non trovano più la via del canestro. L’attacco diventa molto macchinoso e Trapani pareggia a quota 27 sfruttando il lavoro sporco di Filloy. Fucà chiede timeout, registra la fase offensiva dei suoi e Benevelli sblocca la squadra dopo 4’ di digiuno. Renzi però continua a far male sia vicino al ferro sia dalla lunetta, così quando Chessa colpisce con la tripla del sorpasso (36-33) in transizione, il coach bolognese è costretto a chiamare un’altra sospensione. Al ritorno sul parquet Carnovali inventa un canestro da distanza siderale, i padroni di casa faticano ancora a entrare nei loro giochi e il ferro “sputa” due triple di Raymond. Il giovane ex Treviglio, però, colpisce ancora da lontanissimo bruciando la sirena di metà partita e manda i suoi all’intervallo con un punticino di vantaggio: 39-38.
Tornando dagli spogliatoi la fisicità dell’incontro aumenta in maniera esponenziale e gli attacchi vedono calare drasticamente la loro produzione. Anche per questo la tripla iniziale di Imbrò e quella di Raymond dopo quattro minuti hanno un peso specifico elevatissimo, oltre a dare il +5 alla FMC e a spingere Ducarello a parlarci su. Il minuto di sospensione serve a sbloccare Trapani, che soffre la buona marcatura di Benevelli su Renzi ma trova ossigeno dalla tripla di Tommasini, utile a rimanere sempre alle costole dei gigliati. Quando il pivot dei siciliani torna a produrre dalla linea del tiro libero, la Lighthouse si rifà ancora più vicina (52-49) ma la risposta ciociara non si fa attendere e arriva dalla coppia di lunghi atipici Raymond-Benevelli. All’ultimo riposo Ferentino conduce di 8 lunghezze (57-49) che permettono di guardare con fiducia all’ultima frazione.
Le ottime iniziative di Imbrò e Carnovali sembrano essere il preludio alla fuga decisiva, ma Trapani muove bene il pallone e crea ottimi tiri pesanti, finalizzati da Viglianisi e Ganeto: 61-59 a cinque minuti dalla fine e giochi totalmente riaperti. A questo punto Raymond si carica la squadra sulle spalle e realizza un canestro da campione in allontanamento. La gara non smette di regalare emozioni e gli ospiti tornano nuovamente alla carica: due bombe di Filloy gelano il Ponte Grande e apparecchiano per il finale in volata: 66-64 a 2’30” dalla sirena conclusiva. Bulleri sale in cattedra e regala un bel lay up a Bowers per il 71-67 a 15” dal termine. Dopo il timeout della panchina trapanese, Filloy sbaglia e il capitano mette in ghiaccio la vittoria. Ferentino fa suo il torneo, Massimo Bulleri ritira la coppa dalle mani del sindaco Antonio Pompeo mentre Andrea Renzi riceve il premio di miglior giocatore.