Salvata due volte dalla cattiveria umana. Siria, una dolcissima cagnolina di tre anni, per ben due volte è stata salvata dall’avvelenamento. Un piccolo miracolo di Natale per la bestiola.

Una prima volta mani ignote le hanno servito una polpetta di lumachina mentre la seconda un boccone zeppo di topicida ha rischiato di annientarla. In entrambi i casi le sono state “servite” mentre era all’interno del cancello della casa della sua famiglia, a Sora. La colpa di Siria? Quella di essere troppo festosa, di abbaiare un po’ troppo per chi, infastidito, ha cercato di mettere in atto un orribile gesto.

Anche nel secondo tentativo, come già accaduto in precedenza, è stato l’intervento tempestivo della famiglia a salvarle la vita. Appena compreso quello che era accaduto e considerate le condizioni della cagnolina, i suoi padroni hanno contattato la veterinaria Sandra Cinelli a Monte San Giovanni Campano. Grazie alle sue cure Siria si è ripresa presto e dopo un paio di giorni ha potuto far ritorno a casa sua.

Naturalmente, questa seconda brutta avventura ha lasciato qualche strascico sulla cagnolina che, per i primi giorni, non ha salutato con la consueta allegria e non ha potuto mangiare le cose che le piacevano. Per ora, comunque, si gode le coccole in più da parte della sua famiglia e dei tanti che hanno saputo quello che le accaduto.