Brillante risultato quello raggiunto dall'Unione dei Comuni della Valle di Comino con sede a S. Donato Valcomino: è giunto secondo nel Lazio nella graduatoria del progetto Informagiovani, una iniziativa promossa dalla regione Lazio e rivolta al sostegno delle politiche giovanili.

L'esito del bando è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio lo scorso 29 giugno; il progetto consiste nell'attivazione di uno sportello al quale possano rivolgersi i giovani per chiedere informazioni e consulenze al fine di intraprendere, per esempio, un iter scolastico, lavorativi o amministrativo.

Già da qualche anno sportelli come quelli che saranno attivati nei comuni facenti capo all'Unione dei Comuni sono presenti in vari centri della Regione Lazio: l'intento è quello di aprire un punto informativo in ognuno dei comuni facenti parte dell'unione, Alvito, Gallinaro, Settefrati, Vicalvi e S. Donato Valcomino e, in quest'ultimo, inoltre dovrà ospitare il centro direzionale essendo sede dell'Uunione. Nello specifico, poi, questi cinque sportelli hanno la funzione di portare un supporto tecnico per soddisfare le esigenze dei giovani che hanno bisogno o cercano assistenza per partecipare a bandi o avvisi istituzionali, oppure europroject, progetti di lavoro giovanile (Garanzia Giovani, TornoSubito, Servizio Civile).

Gli sportelli serviranno anche per fornire aiuto per chi deve compilare domande di lavoro o curriculum vitae, borse di studio, agevolazioni trasporti e libri, convenzioni formative, internet point e ogni altro tipo di supporto necessario alle attuali esigenze dei giovani in cerca di sistemazione. Intanto Alvito già si è messa in moto: da ieri l'amministrazione guidata dal sindaco Martini è all'opera per rendere fruibile lo sportello. «Un grande risultato della nostra amministrazione poiché ha fornito all'Unione dei Comuni un contributo sostanziale al progetto» ha detto.