Un fondo di solidarierà per i consumi del gas. Per «prevenire e contrastare il disagio sociale ed i nuovi processi di impoverimento che a causa della crisi economica in atto da alcuni annoi stanno creando diffusa precarierà nel tessuto sociale cittadino» il Comune ha messo sul tavolo 229.483 euro.

Dopo aver proceduto ad un avviso pubblico, lo scorso febbraio, l'ente di piazza VI dicembre ha redatto una graduatoria con 410 cittadini che otterranno il contributo per il pagamento dei consumi o delle bollette insolute del gas. Dieci domande sono state invece escluse dalla graduatoria. Su 410 domande, 123 sono quelle presentate da stranieri, per un 30% del totale. A dimostrazione, ancora una volta, che i nuovi poveri sono soprattutto italiani. Gente che ha perso il lavoro o costretta a vivere con i soli ammortizzatori sociali, donne sole, famiglie separate. La procedura per lo stanziamento del fondo di solidarietà per i consumi del gas, introdotto dall'amministrazione comunale, si è conclusa in settimana.

«Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, infatti, grazie all'accantonamento di una piccola quota sulle singole utenze attualmente allacciate sul territorio comunale, ha costituito un fondo che, per l'annualità 2016, prevede il rimborso per le famiglie disagiate», recita una nota dell'ente. Lo stanziamento è così distribuito: 81.070 per l'anno 2015 e 128.451 per il 2016. Residua la somma di 19.962 euro, somma che sarà utilizzata «per finanziare analoghi interventi che verranno successivamente individuati dal settore Servizi sociali dell'ente in conformità alla normativa di riferimento istituzionale». Afferma il sindaco Nicola Ottaviani: «Il fondo che abbiamo istituito per il sostegno alle famiglie dimostra come stiamo cercando di attuare, in concreto, il principio della coesione sociale, ridistribuendo ai nuclei familiari in situazioni di disagio una parte dei proventi che vengono pagati dall'intera collettività».

L'intera graduatoria è stata pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Frosinone. Tutte e 410 le domande ammissibili saranno destinatarie del contributo.