Il Comune di Ripi ha pubblicato l'avviso per la concessione di contributi agli inquilini morosi incolpevoli. Sono aperti i termini, senza scadenza, per la presentazione delle domande presso il Comune. Per morosità incolpevole, come precisato nell'avviso, si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione per la perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare dovuta a cause come la perdita del lavoro per licenziamento, accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro, cassa integrazione o altro, ma sempre successiva alla stipula del contratto di locazione e porsi dunque quale condizione che produce la morosità. L'entità dei contributi varia fino a un massimo di 8.000 euro per sanare la morosità incolpevole qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore a due anni, fino a un massimo di 6.000 euro per ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di differimento qualora il proprietario dell'immobile consenta il differimento dell'esecuzione del provvedimento di rilascio dell'immobile e per il tempo necessario a trovare un'adeguata soluzione abitativa all'inquilino moroso inconsapevole, fino a un massimo di 12.000 euro per assicurare il versamento di un numero di mensilità relative al nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato. La somma di 12.000 euro rappresenta comunque l'importo massimo del contributo concedibile per sanare la morosità incolpevole accertata.