La Regione è ufficialmente entrata nel vivo della seconda edizione di "Lazio in tour gratis 16-18". Dopo i grandi numeri registrati durante la prima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 26.000 giovani, riparte il progetto realizzato in collaborazione con Trenitalia e Cotral. Il tutto avviene attraverso un'app dedicata, che consentirà ai possessori della Lazio Youth Card di età compresa tra i 16 e i 18 anni compiuti di viaggiare per un mese gratis in tutta la regione. Si tratta di un'opportunità che permette di visitare l'intero territorio regionale, da Viterbo a Latina, da Roma a Frosinone e Rieti, passando per tutti gli altri 373 piccoli e medi Comuni.

Sono però previsti 30 giorni di tempo per usufruire dell'iniziativa, che nel dettaglio prevede 720 ore di tour a completa disposizione dei più giovani per andare ovunque (nel Lazio). Infatti, l'iniziativa che ha preso il via il 1 luglio scorso, si concluderà il 15 settembre e mette a disposizione tutti gli autobus Cotral e i treni regionali del Lazio di Trenitalia.
Sarà la Regione Lazio ad assicurare a Trenitalia e Cotral la compensazione economica dei mancati introiti.

«Anche quest'anno la Regione Lazio offre la possibilità ai giovani di viaggiare gratis su tutto il territorio - ha dichiarato il presidente Nicola Zingaretti -. Incontrarsi, confrontarsi, condividere esperienze e divertirsi insieme è fondamentale per costruire una comunità unita. La mobilità semplice e gratuita è un modo di costruire un luogo dove le persone dialogano, discutono e producono nuove idee. Questo è fondamentale per la crescita partecipata, democratica e responsabile delle nuove generazioni».

«L'obiettivo - ha aggiunto l'assessore Mauro Alessandri - è quello di continuare a invogliare le nuove generazioni a utilizzare il trasporto pubblico locale per conoscere e vivere il proprio territorio, accrescere le relazioni e sviluppare quel senso di appartenenza e identificazione che è alla base dello spirito di cittadinanza di ogni abitante di questa regione, anche dei più giovani». «Vogliamo una regione sempre più accessibile e interessante da visitare - ha concluso l'assessore Lorenza Bonaccorsi -. La mobilità e l'accessibilità sono parametri fondamentali per promuovere il turismo».