C’erano una volta i“topi da appartamento” che approfittavano dell’assenza degli inquilini per entrare in una abitazione e fare razzia di ogni bene prezioso. Oggi le usanze sono cambiate e se le case sono diventate più protette e inviolabili con sistemi di sicurezza sempre più all’avanguardia ecco che i ladri modificano le proprie abitudini. Anzi i propri obiettivi. E così i “tipi da appartamento” diventano “topi da… garage”. È quanto accaduto qualche giorno fa quando i garage di tre palazzine sono stati saccheggiati dai malviventi.

I casi recenti

Con l’arrivo della stagione fredda e della fitta nebbia nelle scorse settimane sono tornati a farsi vivi in città anche i ladri. Solo poco tempo fa era emersa la criticità per alcuni colpi messi a segno in pieno pomeriggio nel rione Pastine di Pontecorvo.

Grazie alla fitta nebbia alcuni malintenzionati sono entrati in due diverse abitazioni. Nella prima la proprietaria era andata a messa per l’arrivo della statua della Madonna di Fatima, nella seconda erano tutti al lavoro. Momenti di totale libertà che hanno permesso ai “topi”di fare razzia di ogni bene prezioso tra contanti e oggetti in oro. Per i malcapitati non c’è stato altro che constatare il furto una volta tornati nella propria casa. Ma spesso le abitazioni sono territori complicati per i ladri. I sempre più sofisticati sistemi di sicurezza e la presenza di persone all’interno delle case rende difficile poter mettere a segno un colpo in estrema tranquillità. Ed ecco, allora, che i “topi da appartamento”hanno pensato di modificare le loro abitudini.

I nuovi colpi

Nei giorni scorsi, nel cuore della notte, i ladri si sono trasformati in “topi da garage” mettendo a segno dei colpi nelle cantine di tre diverse palazzine che si trovano nei pressi di viaSan Giovanni Battista a Pontecorvo.

Grazie all’oscurità della notte, al freddo intenso che ha spinto molti a non uscire di casa, i malviventi hanno potuto mettere a segno i propri colpi senza essere disturbati. Una dopo l’altra hanno aperto tutte le saracinesche introducendosi nei garage e facendo razzia di oggetti di medio valore. Tra le altre cose hanno portato via delle asciugatrici ed elettrodomestici.

Ma i ladri, evidentemente, erano molto attenti anche all’alimentazione e così tra i beni trafugati ci sono state anche delle damigiane di prezioso olio extravergine d’oliva. Colpi messi a segno dai malviventi che, una volta caricato il malloppo, hanno fatto perdere le proprie tracce.

Ad accorgersi di quanto accaduto sono stati gli stessi condomini che, l’indomani, recandosi nel proprio garage hanno scoperto quanto accaduto. Una situazione che unisce a Pontecorvo anche ad altri comuni del Cassinate che negli ultimi tempi sono stati spesso oggetto di “visite” poco gradite da parte dei ladri.