Non c’è pace negli ultimi giorni nel centro storico di Arnara. Almeno di notte. Dopo i tentativi di furto andati a vuoto lunedì scorso, l’altra notte il raid ladresco si è ripetuto nella stessa zona. Stavolta però la banda di malviventi, composta probabilmente da quattro persone, è riuscita a mettere a segno un colpo e a trafugare una vettura di grossa cilindrata. Tutto è cominciato poco dopo le tre e mezza della notte tra martedì e ieri, quando la banda ha sferrato il suo attacco in due case di via dei Fossi e in un’abitazione di via Archivio, non lontano dal municipio.

I tentativi di forzare il portone d’ingresso delle due case di via dei Fossi sono falliti perché i ladri hanno capito che i proprietari li avevano sentiti. Un ragazzo che ha subito il tentativo di infrazione della sua porta si è affacciato alla finestra e nell’oscurità ha visto quattro sagome che si allontanavano a gambe levate. Il terzo colpo però è riuscito. I malviventi si sono spostati poco lontano e hanno forzato il portone di un’abitazione di via Archivio, a circa 150 metri dal Comune.

I proprietari erano in casa, marito, moglie e un figlio minorenne, ma non hanno sentito nulla e hanno continuato a dormire. Intanto uno dei ladri ha trovato il giubbetto del capofamiglia e l’ha subito afferrato. Ma il suo obiettivo non era quello. Ha infatti rovistato nelle tasche e rubato il portafogli con dentro circa quattrocento euro che il proprietario di casa aveva prelevato in giornata per effettuare alcune spese l’indomani. Non solo. Il malvivente ha trovato anche le chiavi dell’auto, una Alfa Romeo 147 vecchio tipo parcheggiata vicino l’abitazione.

Il resto è stato un gioco da ragazzi: la banda è salita in macchina e si è data alla fuga. Quando sul posto sono giunti i carabinieri allertati dai vicini della vettura e dei ladri non c’era più traccia. Ora i carabinieri di Ceccano, con l’ausilio della Polizia locale di Arnara guidata dal comandante Francesco Lisi, stanno cercando di risalire all’identità della banda attraverso le immagini riprese da alcune telecamere di videosorveglianza.