Un conto corrente per raccogliere le indennità dei politici con cui acquistare strumentazioni a sostegno delle strutture sanitarie della provincia di Frosinone. È questa la proposta lanciata dal sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo per dare un aiuto concreto in questo particolare e difficile momento.

«In un momento di emergenza sanitaria penso sia importante e fondamentale dare il giusto esempio con fatti concreti. Per questo motivo lancio una proposta a tutti i sindaci, i consiglieri regionali, i deputati, i senatori e i titolari di vitalizi. Propongo di rinunciare a un mese di indennità devolvendole su un conto corrente dedicato per l'acquisto di strumentazioni (respiratori e quant'altro ci sarà indicato dalla direzione dell'Asl) per le strutture sanitarie della nostra provincia. A tal proposito chiedo alla Banca Popolare del Cassinate, che ha già dimostrato una grandissima generosità acquistando quattro respiratori per l'ospedale "Santa Scolastica", di farsi carico dell'apertura di uno specifico conto corrente».

E ancora: «Penso che sia importante dare un segnale da parte di ognuno di noi. Leggo i commenti di tanti esponenti politici che sottolineano l'importanza di sostenere i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari che stanno combattendo una battaglia durissima per aiutare ognuno di noi. Ecco, sono convinto che in questo momento sia necessario che tutta la politica faccia un gesto concreto. Per questo mi auguro che possa esserci una vasta partecipazione a questa iniziativa. Un modo per dare un esempio positivo a tutti».

Sostegno ai cittadini
Un'emergenza che ha costretto tutti a duri sacrifici: «La città di Pontecorvo sta rispondendo molto bene e con grande senso civico. Da parte nostra abbiamo attivato, sin dal principio, il centro operativo per dare supporto a tutte le persone in difficoltà. Non posso che fare un plauso a tutte le persone che stanno rispettando rigorosamente queste dure regole. A tutti loro dico "grazie" e rinnovo il mio invito di restare a casa per il bene di tutti».