Per fermare il contagio da Coronavirus occorrono misure "draconiane", anche il ricorso alle nostre Forze armate. Lo sostiene Gianluca Quadrini, vice-coordinatore regionale e presidente del gruppo di Forza Italia alla Provincia.

«In Spagna l'esercito ha iniziato a pattugliare le strade di Madrid e di altre città nei luoghi dove si creano assembramenti come le stazioni di treni e autobus -spiega Quadrini - Il Governo iberico ha deciso, in alcuni casi, di predisporre misure ancor più straordinarie di quelle adottate in buona parte d'Europa».

Si tratta, ovviamente di un provvedimento eccezionale imposto dalla diffusione del Covid-19, ma che secondo il vice-coordinatore di FI, «deve essere valutato dal Governo italiano.
Lo scopo è fare in modo che le persone rispettino le prescrizioni di base. La Spagna, per adesso, è la seconda Nazione europea più colpita dalla pandemia. La prima siamo noi, purtroppo».

Quadrini attribuisce questo triste primato ai «comportamenti irresponsabili di un numero cospicuo di cittadini, che mettono a rischio la salute degli altri e gli sforzi prodotti ad ogni livello per contenere la diffusione del virus. Oltretutto vanificando anche quelli eroici di operatori sanitari, medici, infermieri e forze dell'ordine a cui vanno tutta la nostra stima e ringraziamento».

Dunque, per il capogruppo forzista alla Provincia soprattutto in questo momento «chi viola le restrizioni della quarantena, l'isolamento o la semi-quarantena deve essere sottoposto a misure rigide. E la presenza dell'Esercito può servire anche da deterrente nei confronti di atteggiamenti irresponsabili. Il futuro, infatti, dipende da noi conclude Quadrini -Se tutti rispetteranno le regole,il contagio diminuirà certamente nei prossimi giorni, e i posti letto attrezzati basteranno per quanti ne avranno bisogno».