Le conseguenze del Coronavirus si stanno abbattendo anche sul comparto alberghiero della città termale e la Regione corre ai ripari. «Tutti insieme, istituzioni, operatori economici forze sociali e imprese dobbiamo affrontare questa emergenza. Fiuggi è la seconda città per posti letto e accoglienza del Lazio e rappresenta un polo turistico strategico per il Lazio e il Paese», lo ha detto il presidente del consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini aprendo il tavolo promosso insieme alla consigliera regionale Sara Battisti e convocato a 24 ore dalla lettera inviata dagli albergatori di Fiuggi.

Al tavolo oltre agli operatori turistici hanno preso parte, il vice presidente della Regione Leodori, gli assessori del Lazio al Turismo, Pugliese e al Lavoro, Di Berardino e l'assessore al turismo di Fiuggi, Simona Girolami. «Ieri pomeriggio - ha spiegato Buschini - il consiglio ha iniziato a discutere il Piano triennale del Turismo e abbiamo voluto mantenere il calendario d'Aula proprio perché in particolare in questo settore, il momento che stiamo vivendo è di grave difficoltà a causa del virus.

La regione così come il Consiglio sono a fianco degli operatori turistici. Questo tavolo per Fiuggi rimarrà aperto fino alla fine dell'emergenza». Subito dopo, ha preso la parola l'assessore regionale al turismo, Pugliese che ha sottolineato "l'attenzione assoluta della giunta Zingaretti verso gli operatori turistici regionali avanzando in Conferenza Stato Regioni le proprie proposte come la cassa integrazione in deroga e altri tipi di agevolazioni. L'area di Fiuggi è importantissima per il Lazio». Prima degli albergatori di Fiuggi è intervenuta l'assessore al turismo della città termale, Simona Girolami che ha ringraziato il presidente Buschini e la giunta Zingaretti per aver subito convocato il tavolo per Fiuggi.

La consigliera regionale Sara Battisti ha sottolineato che "la mia città è centrale per il turismo del Lazio e come dimostra questo tavolo sia il Consiglio sia la giunta sono e saranno vicini a Fiuggi e al suo turismo. Servono misure nazionali soprattutto per il blocco dei versamenti fiscali e anche per il pagamento delle utenze che pesano tantissimo ora sul bilancio di ogni hotel e struttura turistica. Questo tavolo - ha concluso la Battisti - sarà permanente e saremo in prima linea a fianco della città».