Una riunione tra il presidente del tribunale, la dottoressa Siravo l'agenzia del Demanio, il sindaco del Comune di Cassino, Enzo Salera, e l'ingegnere Lastoria.
Il vertice si è svolto ieri mattina all'interno del palazzo di Giustizia con l'obiettivo di definire la permuta dei locali della scuola media Diamare da assegnare definitivamente al tribunale.

Nella sostanza dei fatti l'istituto andrà interamente al ministero della Giustizia in modo tale che il tribunale possa così fare gli investimenti necessari e trasferire alcuni uffici. Si dovrebbe, dunque, procedere alla permuta dell'edificio comunale che è di proprietà del Demanio, altri pezzettini di terreno che hanno un valore inferiore e poi soprattutto Campo Miranda per realizzare il famoso progetto annunciato in campagna elettorale: quello del mercato coperto.

«Allo stesso tempo -spiega il primo cittadino- diamo la possibilità al tribunale di trasferire l'altra parte degli uffici che mancano all'interno della scuola Diamare». Il Ministero, per poter investire sull'altra parte del tribunale della scuola Diamare, deve avere la proprietà dell'immobile che attualmente appartiene al Comune. Il sindaco nell'incontro di ieri si sarebbe impegnato a far sì che i locali diventino di proprietà del Demanio che, in cambio, darà al Comune Campo Miranda e il Palazzo comunale. Il primo cittadino si dice soddisfatto, il nuovo mercato coperto in piazza Miranda è stato, difatti, uno dei suoi cavalli di battaglia durante la campagna elettorale del maggio scorso. L'iter è ovviamente ancora molto lungo ma intanto la strada è stata tracciata.

A proposito, invece, delle promesse fatte in campagna elettorale, nelle prossime settimane dovrebbe concretizzarsi quella inerente l'illuminazione della pista ciclabile. I lavori dovrebbero prendere il via già la prossima settimane ed entro fine mese dovrebbero essere portati a compimento.