«Il 19 ottobre a Roma ci sarà la piazza degli italiani più che quella del centrodestra». Francesco Zicchieri, deputato e coordinatore regionale della Lega, fissa l'obiettivo: «Daremo una dimostrazione di forza eccezionale, in maniera democratica. Sarà chiara la differenza tra il governo degli inciuci di Palazzo e la maggioranza degli italiani che vorrebbe votare ma purtroppo dovrà aspettare».

Nota Zicchieri: «Naturalmente non è neppure casuale la scelta di piazza San Giovanni. Ma non perché in passato è stata scelta dalla sinistra e in particolare dal Partito Comunista.
Quanto perché in quella piazza si sono ritrovati i lavoratori. E sono convinto che oggi i lavoratori, ma anche i disoccupati e tutti quelli senza tutele, guardano a noi come punto di riferimento. Perché c'è pure questo nelle dinamiche politiche attuali: la sinistra non rappresenta più da tempo un blocco sociale che si è spostato. Anche e soprattutto nel Carroccio.
La nostra sarà una manifestazione eccezionale e in piazza ci saranno le famiglie, con i bambini e con i nonni insieme. A manifestare la voglia di votare. Non potranno toglierci la voglia di libertà, la voglia di andare alle urne per chiedere ai cittadini cosa ne pensano. Ritengo però che non dovremo aspettare molto. Il governo si muove sul filo, con equilibri delicati. Sin da subito avevamo detto che l'esecutivo Conte bis sarebbe stato appeso agli umori e alle scelte di Matteo Renzi. Oggi è evidente che avevamo ragione. Noi dovremo farci trovare pronti».

Poi Francesco Zicchieri rivolge lo sguardo alla provincia di Frosinone. Argomenta: «L'onorevole Francesca Gerardi sta lavorando benissimo nel ruolo di coordinatrice provinciale. Ha introdotto un principio tanto semplice quanto fondamentale: chi lavora e merita deve essere premiato, chi raggiunge dei risultati deve essere valorizzato. Naturalmente dalla Ciociaria ci sarà una nutrita rappresentanza del Carroccio in piazza San Giovanni il prossimo 19 ottobre. Così come è stata importante la partecipazione alla conferenza programmatica "Orgoglio italiano" che si  tenuta a Roma oggi (ndr: ieri per chi legge). C'erano tutti, a cominciare dal sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e dall'intero gruppo consiliare del capoluogo.
Abbiamo tanti amministratori in provincia di Frosinone. Se alle comunali di primavera candideremo nostri sindaci? Stiamo crescendo, non imponiamo i candidati, cerchiamo di scegliere quelli che possono vincere».

Ma Claudio Durigon sarà il prossimo candidato alla presidenza della Regione Lazio? Francesco Zicchieri risponde: «Lui è un valore aggiunto per tutto il partito. Adesso è il coordinatore del partito a Roma e provincia. Sarà una spina nel fianco di Virginia Raggi. Per le regionali vedremo, sicuramente il suo nome verrà preso in considerazione. Dobbiamo restare concentrati su tutti i livelli: dal nazionale al regionale, fino alle comunali».