Nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale il sindaco Ottaviani ha illustrato la voce relativa alla delibera di giunta 366 dell'11 settembre 2019, relativamente al trasporto alunni con disabilità. La giunta, aveva già indicato, in precedenza, la necessità di destinare dei fondi dedicati per l'erogazione del servizio.

«L'accesso al fondo di riserva- spiegano dall'ente- si è reso necessario a seguito di quanto previsto dall'attuale legislazione che impone un equilibrio tra entrate da tariffe rispetto ai costi sostenuti, dopo che diverse sezioni della Corte dei Conti hanno statuito che il trasporto scolastico debba ritenersi un servizio a domanda individuale, senza l'opzione che lo stesso possa ricadere sulla fiscalità generale di tutti i cittadini. Per questo motivo, nonostante gli investimenti compiuti, da parte dell'amministrazione, nel settore del servizio di trasporto scolastico, si è reso necessario anche un intervento di ottimizzazione per continuare ad assicurare un servizio di qualità all'utenza, passando dalle attuali 5 linee a 2 linee, orientate a servire i cittadini che, per dislocazione territoriale, avessero le maggiori difficoltà. L'ente, infatti, ha attivato, a carico dei servizi sociali un intervento sulle famiglie con Isee non superiore ai 12.000 euro».