L'assemblea della Saf, la Società Ambiente Frosinone che gestisce il trattamento dei rifiuti in provincia di Frosinone, ha approvato il conto consuntivo del 2018. 58 i voti favorevoli, 5 i contrari, 3 gli astenuti. Hanno votato contro i Comuni di Arpino, Castro dei Volsci, Ceccano, Pastena e Pontecorvo. Alatri, Fiuggi e Sant'Elia Fiumerapido si sono invece astenuti.

Alla fine è passata la linea del presidente Lucio Migliorelli finalizzata a tenere la discussione su quello che era l'ordine del giorno. Alcuni sindaci del centrodestra hanno, infatti, provato a far inserire una mozione sul caso dei rifiuti di Roma, che vengono trattati nella Saf a seguito dell'ordinanza di Nicola Zingaretti per l'emergenza rifiuti nella Capitale, ma lo stesso Migliorelli ha affermato che oggi si sarebbe dovuto trattare solo l'ordine del giorno e quindi l'argomento non è stato inserito nella discussione. Il presidente Migliorelli ha poi precisato che se ne riparlerà a settembre in un'apposita sessione. 

Una prova di forza, dunque, del presidente Lucio Migliorelli e di tutta la maggioranza del centrosinistra con l'approvazione del conto consuntivo della Saf.