Alla fine l'accordo c'è stato. Diverse ore di colloquio, chiusi nello studio di Peppino per verificare le condizioni dell'accordo. Masssimiliano Mignanelli, corteggiato da più e più parti, alla fine ha scelto Petrarcone. "Ho preferito fare un passo indietro nell'interesse della città. Non mi interessano le investiture - ha detto lui stesso all'uscita dell'incontro -  mi interessa risolvere i problemi del territorio e guardare avanti. Sono una persona pratica, ecco perché abbiamo parlato di programmi e di priorità da mettere subito in atto per la nostra Cassino che deve tornare ad avere quel ruolo centrale che aveva nel passato"

Così, dalle 18.15 di questo pomeriggio c'è un candidato sindaco in meno mentre si rafforza prepotentemente la candidatura di Petrarcone. Saranno almeno sei, se non sette, le liste in grado di mettere in pista insieme. Il passo indietro di Mignanelli, a favore dell'ex sindaco, apre anche a nuovi scenari. 

Il progetto resterò, per volontà di entrambi, civico ed inclusivo. La parola d'ordine è: lavorare per Cassino. Il resto non conta.