«Una lista civica in costruzione per offrire agli elettori un grande progetto di pacificazione sociale e di recupero del paese». Con questi intenti Giuseppe Pompeo Messore scende in campo e si candida a sindaco del comune di Vallemaio.

Cinquantacinque anni, padre di quattro figli, agente di commercio, già consigliere comunale di maggioranza nel 1994 al fianco del sindaco De Bellis e poi nel 2004 nella squadra del sindaco uscente Merucci, Giuseppe Pompeo Messore è stato anche delegato alla XIX Comunità Montana di Esperia e ha rappresentato il paese a Recanati, il comune natìo di Leopardi con cui Vallemaio è unito proprio in virtù del grande poeta.

«Il programma che sto allestendo insieme a tanti amici che mi hanno dato il loro sostegno – ha spiegato Messore – è "per" Vallemaio, per i cittadini che qui credono sia possibile un futuro pieno di speranze. Porremo al centro il recupero della comunità attraverso il sociale e la cultura innanzitutto con il Museo delle Ombre realizzato dall'artista Vincenzo Bianchi».

In via di ufficializzazione anche la lista che rappresenta la maggioranza uscente: il sindaco Fabio Merucci, dopo tre mandati, deve lasciare la poltrona. Ma potrebbe esserci un colpo di scena, e nel piccolo centro le liste potrebbero diventare addirittura tre.