«Diminuiscono le partite Iva in provincia di Frosinone: si registra un preoccupante 5%». È quanto afferma Danilo Magliocchetti, consigliere provinciale e comunale di Forza Italia.
Lo fa analizzando i dati dell'osservatorio delle partite Iva del Ministero delle Finanze. Dati che a livello nazionale, relativamente al 2018, fanno segnare 512.000 nuove posizioni, sostanzialmente in linea con le cifre dell'anno precedente (+ 0,52%). In ogni caso in provincia di Frosinone le partite Iva nel 2018 sono 4.489, con una flessione del 5,05%. Mentre a Roma sono 45.634 ( 0,09%) e a Latina 5.196 ( 0,33%). A Rieti 1.457 ( 9,11%) a Viterbo 3.233 ( 1,04%).

Rileva Danilo Magliocchetti: «Il dato fa capire chiaramente quanto pesino in Ciociaria la crisi economica e l'effetto occupazionale. Non riesce nemmeno ad andare in controtendenza rispetto al passato. Proprio le partite Iva, tralasciando le società di capitali, quindi le piccole micro e medie imprese sono la linfa vitale del tessuto imprenditoriale in provincia di Frosinone, e sottovalutare il significato di questi dati, negativi anch'essi come l'occupazione, significa commettere un errore imperdonabile. La significativa flessione delle partite Iva, infatti, è sintomatica della mancanza di volontà, da parte dei potenziali investitori e di opportunità, in primis quelle infrastrutturali, per fare impresa sul territorio della provincia di Frosinone».