Conclave finito. La lunghissima riunione di maggioranza, o meglio tra sindaco di Cassino ed ex alleati, è finita con un "aggiorniamoci a venerdì". Tanti i nodi sul tavolo, le acredini, le ruggini. Il sindaco ha continuato a ripetere la parola "pace" tentando di guardare avanti, ai tanti progetti in cantiere, attraverso una ricomposizione dell'intero centrodestra, con il recupero della Lega, di FdI, dei dissidenti di FI e dei civici in atteggiamento critico o conflittuale. Tanti i rimproveri che ha incassato e una promessa: se ne parlerà ancora. Tra tre giorni. La crisi, insomma, resta tale.