"Divide et impera", Natalia verso il monocolore spiaggiando gli avversari. Sono bastati due accenni alla possibile distensione con Ferretti, che "Idea Anagni" sconfessa l'operato dello stesso e del candidato sindaco Daniele Tasca.

«Il direttivo del movimento "Idea Anagni" - chiariscono immediatamente - precisa che le dichiarazioni del consigliere Ferretti, presenti in questi giorni sugli organi di stampa, sono frutto di autonome posizioni non scaturite da confronto politico e non concordate con il direttivo del movimento».

Entrano nel dettaglio. «Sono ormai diversi mesi che il direttivo del movimento civico "Idea Anagni" non viene invitato ai tavoli di discussione dove vengono prese decisioni politiche dai consiglieri di minoranza eletti con i voti della coalizione "Anagni Terra Nostra"».
L'affondo. «Ribadiamo quindi che le esternazioni dei consiglieri Gianluigi Ferretti e Daniele Tasca non rappresentano in maniera democratica l'idea dell'intera coalizione "Anagni Terra Nostra" grazie alla quale sono ad oggi presenti in consiglio comunale.

A tal fine invitiamo i consiglieri suddetti ad esprimere le proprie valutazioni politiche non facendo riferimento alla lista civica "Idea Anagni" ed alla coalizione "Anagni Terra Nostra" che ricordiamo era composta da: Casapound, Idea Anagni, Lista Medici per l'ambiente, Anagni Impresa e Lega degli Anagnini. Pertanto, anche alla luce dell'inconsistenza dell'azione consiliare e fortemente delusi dall'esperienza di coalizione, riteniamo, come direttivo "Idea Anagni", chiusa questa parentesi politica ribadendo che nessuno è autorizzato a prendere posizione per il movimento "Idea Anagni" se non il direttivo stesso e i suoi esponenti». Tra gli estensori della nota, Fabrizio Savone e Guglielmo Vecchi. Quest'ultimo, non distante da Daniele Natalia addirittura in campagna elettorale, entrerebbe in consiglio in caso di fuoriuscita di Ferretti. Una situazione che, mettendo in imbarazzo le opposizioni, sicuramente rafforza la posizione del sindaco. Un vero stratega, Natalia, se tra l'altro è riuscito a piazzare ai vertici di Lega Giovani Anagni, due persone del suo entourage, Silvia Costa e Gianluca Necci.