Febbraio doveva essere il mese del primo step della staffetta all'interno della giunta comunale di Frosinone. Ipotesi concepita dal sindaco Nicola Ottaviani subito dopo la vittoria elettorale del giugno 2017 per dare rappresentanza a tutte le forze politiche che avevano espresso un solo consigliere comunale. Ma al momento dell'argomento nessuno parla. Intanto perché l'assetto dei gruppi consiliari è completamente cambiato rispetto ad allora. I consiglieri comunali di Forza Frosinone (Enrico Cedrone) e Frosinone Capoluogo (Sara Bruni) hanno aderito alla Lega, che ha cinque consiglieri considerando pure altri passaggi. Come quelli di Carlo Gagliardi (Cuori Italiani), di Gianpiero Fabrizi e Maria Rosaria Rotondi (Lista Ottaviani). Mentre Forza Italia ha 3 consiglieri invece di quattro e la Lista Ottaviani è sceso da 5 a 3. Mentre il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli, grazie al patto federativo con la Lista per Frosinone di Antonio Scaccia, è a quota 6 consiglieri comunali. Bisogna pure aggiungere che Fratelli d'Italia non è rappresentato in giunta. Insomma, una situazione complessa. Il sindaco Nicola Ottaviani si affretta con calma.