Dopo il crollo in Borsa e le incertezze sul piano industriale di Fca, torna ad intervenire il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che non è affatto tenero con il Governo gialloverde.
Tuona il Governatore: «Ancora una volta le decisioni scellerate di Lega e M5S mettono in difficoltà l'economia del nostro Paese e le nostre aziende, infatti con l'introduzione dell'ecotassa il governo gialloverde tradisce i lavoratori di Cassino e Fca. Quest'ultima molto probabilmente dovrà rimettere mano al suo piano industriale e rivedere le proprie scelte in modo da non dover soccombere a causa delle politiche disastrose di questo Governo e anche le parole del ministro Tria confermano i nostri timori».

E sempre Zingaretti poi ricorda: «Avevo già espresso le mie preoccupazioni, in una lettera inviata al Presidente del Consiglio Conte, per le possibili conseguenze di tali misure sul comparto produttivo nel settore automotive che rappresenta per tutto il sud della provincia di Frosinone e per l'intero Lazio un settore fondamentale, in termini di sviluppo, export e occupazione.
Proprio le misure adottate potrebbero infatti ripercuotersi negativamente sul "Piano Italia", il piano industriale di Fca per gli stabilimenti italiani del gruppo annunciato lo scorso novembre.
Siamo di fronte a uno scenario catastrofico conclude Zingaretti che il Governo deve evitare a tutti i costi».

A Torino, intanto, prosegue la trattativa sul contratto.
Uliano della Fim-Cisl fa il punto: «Sul tema dell'orario di fatto abbiamo ottenuto risposte positive sull'introduzione dello smart-working, ferie solidali, migliorati alcuni istituti sulla conciliazione tempi di vitae lavoro come i permessi retribuiti da usare anche a ore, estensione dell'indennità turni.  Ok anche alla nostra richiesta di migliorare il diritto allo studio con l'estensione dei permessi retribuiti di 40 ore anche per i corsi di laurea e quelli professionali».