Va approvata al più presto la legge sulla videosorveglianza, affinché vengano posizionate delle telecamere all'interno degli asili e delle scuole». È quanto chiede il vice-portavoce regionale di Fratelli d'Italia Enrico Tiero. «La presa di posizione arriva dopo i recenti fatti di violenza avvenuti negli asili dei Castelli romani, Latina e Cassino. «In molti di questi casi -afferma il vice-portavoce di Fdi Enrico Tiero -i bambini sono rimasti vittima di violenze da parte delle insegnanti e quindi appare necessario procedere in maniera celere all'approvazione della legge sulla videosorveglianza negli asili e nelle strutture per anziani e disabili, che ha già ottenuto a fine 2016 il via libera della Camera, salvo poi arenarsi».

Ora Tiero sollecita i politici, anche della provincia pontina, a riprendere il filo di quel progetto di legge. «Il sistema deve essere obbligatorio a tutela dei più deboli. Il tutto naturalmente deve avvenire nel pieno rispetto della normativa sulla privacy mettendo in chiaro che le immagini filmate potranno essere visionate solo dopo una denuncia e solo da parte di organi investigativi. Si tratta -aggiunge Tiero- di uno strumento fondamentale per prevenire e contrastare reati ai danni di minori negli asili nido, nelle scuole per l'infanzia e nelle strutture per anziani. Ritengo inoltre necessario prevedere lo stanziamento di appositi fondi sia a livello regionale sia nazionale da destinare a questi interventi. Ricordo peraltro che in Regione Lazio è stata presentata una richiesta in tal senso nella scorsa legislatura poi riproposta in quella attuale, da parte del consigliere Giancarlo Righini. Auspico quindi -conclude Enrico Tiero- che in entrambe le sedi si proceda in modo celere ad approvare una normativa per installare le apparecchiature negli istituti scolastici a tutela dei bambini e che siano stanziati i fondi necessari a tali interventi».