È stato presentato sabato al consiglio regionale del Lazio, dal presidente Nicola Zingaretti e dall'assessore al bilancio Alessandra Sartore, la nuova manovra di bilancio 2019 - 2021 e la Legge di Stabilità 2019 dell'ente. «Finalmente apriamo la strada dell'inizio di una riduzione fiscale - ha dichiarato il presidente Zingaretti - confermando l'Irpef e aprendo il capitolo Irap. Era un sogno ormai da dieci anni. Grazie al risanamento di questi anni, grazie allo sforzo di efficientamento, in un momento drammatico per le imprese e per il lavoro, è un segnale in controtendenza. E lo dà il Lazio. Se c'è una cosa certa, è che in questa Regione c'è una squadra larghissima che tutti i giorni lavora per cambiare in meglio la situazione in favore dei cittadini».

Entrando nel dettaglio, la manovra prevede una riduzione delle tasse. L'Irap passerà da 324 milioni a 344 milioni per il 2019. Il Fondo taglia tasse che prevede 20 milioni in più per abbassare l'Irap alle imprese regionali che generano una quota maggiore del fatturato all'estero. Per le imprese questo significa un risparmio medio di 5.000 euro l'anno con una riduzione media per azienda del 19,1%.
Per quanto riguarda il capitolo Irpef, il bilancio conferma le esenzioni (2,3 milioni di contribuenti) e le riduzioni dell'addizionale regionale (per un totale di circa 500.000 contribuenti) con un criterio di progressività per i soggetti con reddito imponibile superiore a 35.000 euro e fino a 75.000 euro.

A questo si aggiungono molte altre novità, come l'iniziativa «Azienda Zero», per ottimizzare gli assetti istituzionali e organizzativi del sistema sanitario regionale a costo zero, oppure le agevolazioni per i Comuni in dissesto finanziario.
Grande rilievo anche alla valorizzazione dei beni culturali e alla concessione gratuita dei beni culturali regionali. Infine una voce che sembra essere molto importante per la giunta, alla luce di tanti convegni e iniziative svolti finora: la difesa dell'ambiente e dei parchi naturali, attraverso l'erogazione di risorse dirette ai bilanci dei parchi.