«Sandro Gemmiti per me non si tocca». Il sindaco Roberto De Donatis torna a lodare il lavoro dell'assessore alla cultura. Nei giorni scorsi il primo cittadino ha ribadito il fattivo impegno del membro della sua giunta per far crescere la città sotto il profilo culturale. Perciò «Gemmiti resta dove sta», garantisce il sindaco in riferimento alle voci secondo cui negli ultimi tempi l'assessore sarebbe entrato in rotta di collisione con qualche consigliere di maggioranza.

L'assessore Gemmiti è espressione in giunta del gruppo "Insieme si può", che fa riferimento all'ex candidato sindaco, oggi consigliere di maggioranza, Augusto Vinciguerra, le cui dichiarazioni della scorsa settimana hanno agitato le acque in maggioranza creando più di qualche mal di pancia tra i suoi colleghi di coalizione. «Il progetto politico che stiamo portando avanti deve essere sostenuto da persone che si rimboccano le maniche e lavorano quotidianamente. Non possiamo pretendere da tutti questa disponibilità, ma ognuno fa quello che può al massimo delle sue competenze e potenzialità -ribadisce De Donatis-Gemmiti è un ottimo assessore.Se fosse stato diversamente, gli avrei tolto le deleghe. Si è comportato sempre bene, mettendo il massimo impegno nell'amministrazione, non facendo mai mancare la sua partecipazione».
Da qui la blindatura: «Per me Gemmiti resta dove sta -ripete il sindaco- Questa è la mia valutazione. Ovviamente sottolineo che esistono equilibri politici da preservare, ma resto convinto che ogni considerazione della vita amministrativa debba essere discussa nella sede appropriata, cioè le riunioni di maggioranza». Più chiaro di così...