Aurora Rijtano da poche ore è il nuovo assessore al bilancio del Comune di Cassino. E in questo caso i silenzi, parlano più di molte parole. Emblematico è l'assordante silenzio di Forza Italia: da parte degli azzurri non arrivano neanche gli auguri al neo assessore. L'opposizione con Enzo Salera tuona: "I migliori auguri di buon lavoro ad una amica e collega. Spero di vero cuore per lei che non dovrà affrontare le difficoltà' sul piano politico che hanno costretto il suo predecessore a lasciare l'incarico".

La Lega sta mettendo appunto un comunicato stampa che diramerà nelle prossime ore: con la nomina di Rijtano il Carroccio è ufficialmente fuori dalla maggioranza. Ma sul punto fa chiarezza il sindaco D'Alessandro che a margine della conferenza stampa di presentazione del nuovo assessore dice: "La Lega si sta riorganizzando, spetta a loro decidere cosa fare. Al momento non vogliono esprimere assessori in giunta. Ma sia chiaro: io non ho cacciato i salviniani dalla maggioranza, anzi".

Poche parole quelle pronunciate invece dalla commercialista. "Preoccupata per le casse disastrate dell'Ente? Aspetto di insediarmi, iniziare a lavorare e guardare le carte". Con la Rijtano sono ben quattro gli assessori donna: esattamente la metà considerando l'Esecutivo al completo, ovvero delegati e sindaco. Un vanto che D'Alessandro non manca di sottolineare

Aurora Rijtano è il nuovo assessore al bilancio. Pochi minuti fa il sindaco ha firmato il decreto di nomina. La commercialista cassinate, 52 anni compiuti il 2 ottobre scorso, va dunque ad occupare la poltrona lasciata vuota da Ulderico Schimperna, il professore che ha sbattuto la porta in polemica con il sindaco e l'assessore Leone. La nomina di Rijtano avviene dieci giorni dopo quella di Emanuele Dell'Omo, neo delegato alla polizia locale. A nulla è servito aspettare la Lega: il Carroccio resta fuori dalla giunta ed ora, senza i salviniani, i numeri sono a rischio anche in maggioranza. A breve il sindaco presenterà il neo assessore in conferenza stampa. Nulla da fare, invece, per la staffetta tra Evangelista e Tauwinkelova all'ambiente e ai lavori pubblici. Forza Italia è in crisi e sembra non aver gradito la nomina perchè, senza il Carroccio, chiedeva di rimescolare tutte le deleghe, compresa quella di vice sindaco, che invece resta in quota ai "civici" con Beniamino Papa.

di: Alberto Simone