«Perché Piazza Grande? Perché l'Italia ha bisogno di crescere. Perché l'Italia è un paese che ha un grande bisogno di giustizia, ed è tempo che si cominci a ricostruire una nuova speranza».
Con queste parole il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato ieri mattina, il programma del tanto atteso appuntamento che domani e domenica prenderà vita all'Ex Dogana di Roma. Un evento politico e culturale, spiega Zingaretti, che non deve essere confuso con un appuntamento di partito o del Pd.

«Piazza Grande si rivolge a tutte quelle forze sociali e culturali che rispetto a questa grande esigenza di dare nuova speranza al Paese vogliono riprendere a combattere con determinazione».
Ma la cosa più importante, per Nicola Zingaretti, è il fatto che «Piazza Grande sarà un momento di incontro per cambiare politiche economiche, sociali, così come le forme dell'organizzazione della società e della politica. Piazza Grande si basa sulla voglia di incontrarsi, parlarsi e trovare soluzioni insieme, come si dovrebbe fare in tutte le piazze del mondo». D'altronde, così come recita lo slogan dell'evento, «il domani appartiene a chi ha il coraggio di inventarlo». Ed è per questo che il presidente ci tiene a sottolineare che «restare chiusi nella lettura del presente non si va da nessuna parte: bisogna andare avanti con determinazione». Soddisfazione anche per quanto riguarda i numeri dell'evento: secondo le prenotazioni online, sono attese almeno 2.850 persone provenienti da tutta Italia, dei quali oltre 680 sono ragazzi e ragazze under 35 e circa la metà sarà composta da under 40 o 40enni.

«Una platea nazionale -prosegue Zingaretti -una comunità proiettata verso una nuova generazione. Questo è un dato importante, perché le principali vittime di quest'epoca e sono proprio i giovani, pugnalati alle spalle da una politica che " Non ci saranno vip ma solo persone che vogliono condividere e crescere Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti pensa prima ai voti che al futuro».

Ma che cos'è, in sostanza, Piazza Grande? «È l'inizio di un nuovo punto di vista per la ricostruzione del futuro prosegue il presidente dove ci incontreremo per discutere delle strategia di crescita e di giustizia. È il primo luogo nato per confrontarci e per cercare nuove politiche e nuove ricette di futuro. È un luogo dove potremmo stare insieme per capire come soltanto insieme si è più forti».
Ed ecco il programma: si parte domani, alle 10.30, con un incontro con gli amministratori provenienti da tutto il Paese e intitolato Italia Nuova, che prenderà vita in un'area chiamata ad hoc "Piazza Municipio". Poi, dalle 15 alle 18.30, si terranno una serie di incontri tematici, tra cui economia, ambiente e lavoro.
«Non ci sono vip in questo appuntamento -sottolinea Zingaretti- ma persone con delle idee e che vogliono dare una mano».
E poi ancora: tanti reading letterari con autori, registi, case editrici, un'area dedicata all'industria del volo e delle air missions, un'area creatività e innovazione (FabLab, startup, etc.), un'area sport e un'area food. L'evento di sabato si chiuderà alle 19.30, con un grande incontro. Domenica si ripartirà invece con una grande assemblea plenaria, con in apertura un momento dedicato al ricordo di Martin Luther King, alla presenza della figlia Bernice King, per poi proseguire con una lunga serie di interventi dedicati al futuro e alla cultura della politica