Un rimpasto a metà. Il sindaco ancora non riesce a mettere la parola fine alla composizione della giunta e nella conferenza stampa di oggi pomeriggio alle 16 dovrebbe annunciare solo il nuovo delegato alla polizia locale: il maresciallo Emanuele Dell'Omo, in pensione dal febbraio scorso. Una figura nota e autorevole in tutta la città per l'encomiabile lavoro svolto nella caserma di Cassino in tanti anni di servizio. Ironia della sorte, un salviniano della prima ora. Ma non è stato indicato dalla Lega: il Carroccio ha infatti deciso di restare fuori dalla giunta. Ufficialmente è in quota al sindaco. Ufficiosamente sarebbe stato concordato anche con Alessandro D'Ambrosio, consigliere di opposizione, che potrebbe così dare un appoggio esterno, sebbene fonti vicine all'avvocato escludono nel modo più assoluto un accordo per entrare in maggioranza.

Ma la verità è che tutti aspettano la Lega: alle 13 è salita in municipio la commercialista Aurora Rijtano che avrebbe dato disponibilità ad accettare l'incarico di assessore al bilancio, ma per ora la poltrona che fu di Schimperna resta vuota. La maggioranza vuole infatti tentare una ultimissima manovra con i salviniani e lasciare loro una casella libera: alle 16.30 c'è un vertice con Forza Italia, poi anche i civici incontreranno il Carroccio. Anche per questo la fascia da vice sindaco resta a Papa, pronta a restituirla nel caso la Lega rientri. Congelata dunque anche la staffetta tra Evangelista e Tauwinkelova, perché, sebbene ci sia l'ok del partito, se entra il consigliere poi la Lega dovrà indicare necessariamente una donna.

Dunque si va per gradi: oggi ci sarà solo la presentazione di Dell'Omo, per gli altri due assessori si vedrà nei prossimi giorni. In queste ore i massimi vertici del centrodestra - da Ciccone a Ciacciarelli - sono a Cassino e il sindaco prova a limare tutti i dettagli. Ma la fase del rimpasto è solo iniziata e andrà avanti a lungo, per questo il sindaco ha revocato la sua partecipazione in Polonia per una visita istituzionale. Lo sostituirà il suo vice Beniamino Papa. Difficile per D'Alessandro, in questi giorni, poter lasciare il Municipio: il clima è bollente.

La giunta è fatta. Dopo le crisi di maggioranza e di nervi il sindaco di Cassino ha scelto. Ma mancano alcuni tasselli politici per chiudere il quadro e presentarsi alla città alle 16 di oggi pomeriggio con il pacchetto dei nuovi assessori.

Le indiscrezioni insistenti vedono il maresciallo Emanuele Dell'Omo, in pensione da circa un anno, alla Polizia locale, figura nota e autorevole in tutta la città per l'encomiabile lavoro svolto nella caserma di Cassino in tanti anni di servizio. Nome tuttavia che, in una geografia partitica delicata, potrebbe essere "transitorio" in attesa della Lega. Che non rientra. E continua a guardare la maggioranza con la quale hanno vinto le elezioni dalla finestra. Al bilancio andrà un tecnico, dovrebbe essere una donna, una commercialista di Cassino, esperta chiaramente di materie contabili ma è qui che si attendono gli ultimi incastri politici, in particolare la staffetta tra Evangelista in giunta e l'attuale assessore all'ambiente (che dovrebbe perdere la delega) in consiglio come prima dei non eletti. A fare il vice sindaco dovrebbe restare Beniamino Papa. Un quadro che, nonostante l'impegno del sindaco in queste lunghe e faticose settimane, potrebbe subire piccole variazioni.

di: Katia Valente