L'amministrazione di Alvito non perde tempo e, dopo aver deliberato il 9 aprile scorso l'approvazione delle opere finalizzate al raggiungimento dell'obiettivo per realizzare il "Villaggio degli Emigranti", passa a concretizzare gli intenti. Tra i primi l'acquisto di edifici siti nel centro storico da destinare ad albergo diffuso con realizzazione di minialloggi e contestuali opere di manutenzione sugli stessi, atto che deve seguire la pubblicazione di un opportuno avviso, pubblicazione avvenuta qualche giorno fa. Nell'avviso si legge che chi mostrasse interesse in tal senso deve manifestare le proprie intenzioni presentando opportuna richiesta all'ufficio protocollo del Comune di Alvito, entro e non oltre sabato 22 settembre prossimo.

Verranno prese in considerazione le proposte secondo le seguenti priorità: edifici in situazione di inagibilità e con pericolo per la pubblica incolumità. Situati all'interno del perimetro urbano secondo la delibera di giunta del 1996 e prospicienti le strade comunali facilmente accessibili sia carrabili che pedonali; edifici realizzati prima del 1950 e che non presentino illegittimità urbanistiche e, infine, edifici che rispondano per superfici alle esigenze del progetto.
Dall'esame delle richieste verranno selezionati almeno due edifici che rispondano ai requisiti pubblicati nell'avviso; altro vincolo è quello del prezzo: esso non dovrà essere superare i 30mila euro e l'offerta verrà determinata in base allo stato di conservazione e alla superficie; dopo aver verificato tutto ciò potrà seguire la pratica espropriativa.

L'opposizione in consiglio comunale prende atto della pubblicazione dell'avviso commentando che "si poteva fare di meglio e rendere gli interventi più circoscritti ed omogenei, con ricaduta più immediata sulla vita sociale del paese".