Si è tenuta venerdì la cerimonia di assegnazione delle Borse di studio dell'Unione delle province italiane (Upi) a 15 studenti di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.
A seguito di un bando che si è svolto il mese scorso, con la collaborazione della fondazione Intercultura, sono state assegnate 15 borse di studio all'estero.
«La Regione si è da subito impegnata nel sostegno alla formazione e nella garanzia del diritto allo studio nei territori del sisma -si legge nella nota ufficiale- dedicando ai ragazzi residenti nell'area del cratere una linea di intervento specifica di "Torno Subito", il programma della Regione che promuove esperienze formative fuori dal Lazio; lavorando sulle scuole, per mettere a sistema le risorse statali (85 milioni di euro) che, assieme all'ufficio ricostruzione e ai Comuni colpiti dal sisma, sono stati destinati alla ricostruzione di 27 scuole e palestre; sostenendo le attività extracurricolari e extra didattiche nelle scuole con 400mila euro per gite, corsi, laboratori; stampanti 3D».