Una grande manifestazione di tutto il centrodestra a Frosinone. La data è stata già fissata: domenica 25 febbraio. Si terrà al Fornaci Cinema Village. Ad organizzare l'iniziativa il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, che in questo modo vuole dare un segnale chiaro, di unità. Ci saranno tutti i candidati: alla Camera e al Senato (collegi maggioritari e proporzionali), ma anche alla Regione. Di Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega, Noi con l'Italia ed Energie per l'Italia. Ci sarà naturalmente Stefano Parisi, candidato alla presidenza della Regione Lazio. Ma l'obiettivo è quello di avere sul palco anche Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo. Nicola Ottaviani è stato chiarissimo con i suoi: «Occorre unità, anche nel voto: alla Camera, al Senato e alla Regione». Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia e candidato nel collegio uninominale della Camera sud, dice: «Credo che quando il centrodestra sarà alla guida del Paese dovrà puntare su tre riforme per far ripartire l'Italia: del fisco, della Pubblica Amministrazione e della giustizia. Per quanto riguarda la situazione di Forza Italia, quando ho detto che era tutto concordato, con riferimento alla nomina di Adriano Piacentini coordinatore provinciale e commissario, in tanti hanno riso facendo spallucce. Invece i fatti stanno dimostrando la nostra unità.
A cominciare dal fatto che il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e lo stesso Adriano Piacentini stanno partecipando alle iniziative di tutti i candidati. Come è giusto che sia. Fra le altre cose il fatto che Ottaviani stia organizzando una grande manifestazione unitaria del centrodestra a Frosinone dimostra proprio che l'unità è un valore aggiunto vero e fondamentale». Adriano Piacentini, coordinatore e commissario di Forza Italia, rileva: «Tutti uniti per la volata finale di una campagna elettorale decisiva per le sorti del Paese. Forza Italia è il perno di quella coalizione di centrodestra che è l'unica che può davvero assicurare un governo di svolta nel Paese e nella Regione Lazio». Poi aggiunge: «Per questo è fondamentale che sindaci, assessori, consiglieri, dirigenti, militanti e simpatizzanti facciano una campagna elettorale di concretezza e di confronto con i cittadini: Comune per Comune, borgo per borgo, casa per casa, negozio per negozio».
Ancora: «Ci saranno modi e tempi per un dibattito inclusivo e virtuoso. Forza Italia è un grande partito e c'è spazio per tutti».
Intanto il Partito Democratico, dopo l'apertura della campagna elettorale di Francesco De Angelis (alla quale era presente il presidente nazionale del partito Matteo Orfini), c'è voglia di giocare la partita fino in fondo. Proprio Francesco De Angelis rileva: «In questi ultimi diciotto giorno dobbiamo saper ritrovare l'orgoglio. I governi Letta, Renzi e Gentiloni hanno portato l'Italia fuori dalla crisi. E alla Regione Lazio Nicola Zingaretti ha rappresentato un punto di svolta enorme. Basta poco per invertire la tendenza disegnata dai sondaggi a livello nazionale. Due o tre punti in più riaprono i giochi in una sessantina di collegi. Tra i quali i tre del territorio. Per quanto riguarda il proporzionale poi, non ho dubbi: saremo il primo partito». Nazzareno Pilozzi afferma: «Basta subire, è venuto il momento di reagire politicamente. Il Pd e il centrosinistra sono gli unici che possono guidare un governo all'altezza della situazione». Intanto Domenico Alfieri e Lucio Fiordalisio, che stanno guidando il Pd in provincia di Frosinone in questo periodo elettorale, stanno lavorando anche sull'impostazione della campagna elettorale. Il 1 marzo potrebbe esserci una manifestazione unitaria con tutti i candidati del centrosinistra in provincia di Frosinone. L'obiettivo è avere il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sul palco. Si sta anche provando ad organizzare un evento con il segretario nazionale dei Democrat Matteo Renzi.