Parlano a suocera perché nuora intenda, ma è evidente che nel centrodestra cittadino è già tempo di lanciare qualche messaggio politico importante. Adriano Piacentini, primo degli eletti della maggioranza di centrodestra (604 voti), rileva: «Un augurio a tutti gli assessori, che si apprestano a lavorare nell'ambito di un secondo mandato del sindaco che sarà fondamentale. Nicola Ottaviani ha già tracciato la rotta: l'inizio dell'intervento per il Parco del Matusa è lì a dimostrare che non è possibile fermarsi neppure per un secondo. Il cambiamento della città prosegue nella continuità. Il fatto che il primo cittadino abbia mantenuto la delega all'urbanistica dimostra quanto sia importante questo settore. Nei prossimi cinque anni bisognerà accelerare non poco, nella consapevolezza che dall'urbanistica passano la ripresa dell'edilizia e quindi lo sviluppo».

Continua: «Oggi fare amministrazione è complicato ma pure esaltante: lo spartiacque è determinato dai risultati e la staffetta ipotizzata secondo scadenze definite servirà anche e soprattutto a fare il punto della situazione mano mano». Sottolinea Piacentini: «L'ho detto prima del voto, lo ribadisco adesso: i personalismi non potranno essere tollerati perché in questo secondo mandato abbiamo la straordinaria possibilità di continuare a far crescere il capoluogo. Il gioco di squadra è un imperativo categorico e le forze di maggioranza devono impegnarsi concretamente a sostenere Nicola Ottaviani nella sua azione. Non è tempo di solisti, serve la squadra. Detto questo, in consiglio comunale bisognerà cercare anche di trovare convergenze con le forze di opposizione sulle grandi tematiche del capoluogo. Sarà un ulteriore esame di maturità per tutti».

Gianfranco Pizzutelli, coordinatore cittadino del Polo Civico, afferma: «Un patrimonio di voti, di autorevolezza e di forza politica ed amministrativa dal quale non si potrà prescindere. E dal quale, soprattutto, noi non vogliamo prescindere. Auguri al vicesindaco e assessore ai lavoripubblici e manutenzioni Fabio Tagliaferri, auguri a Maria Teresa Collalti, assessore alla Polizia Locale, debuttante in giunta. Sono sicuro che saranno all'altezza dei rispettivi ruoli e che daranno un impulso importante all'attività amministrativa di un capoluogo che prosegue nel cambiamento. Un ringraziamento particolare al gruppo consiliare che è risultato granitico, capace perfino di un passo indietro in giunta. A dimostrazione che la squadra conta sempre più dei singoli e che non sono le poltrone al centro dell'attività amministrativa e che darà un impulso alla giunta e al sindaco tenendo al centro la città. Questi traguardi sono stati raggiunti grazie al 10% di consensi, un risultato che ha portato a 4 consiglieri eletti: abbiamo avuto ragione a chiamarlo Polo Civico».

Spiega Pizzutelli: «Se c'è una cosa che funziona in Italia, quello è il modello elettorale per i Comuni, perché non soltanto dà stabilità ma consente di vedere subito chi governerà e chi starà all'opposizione. Dal 10% del Polo Civico non si può prescindere, a nessun livello, per nessuno scenario. Siamo una forza responsabile e determinata, pronta a dialogare e a far sentire la propria voce. Lo faremo nell'unico modo che conosciamo: confrontandoci al nostro interno, sostenendo l'azione degli amministratori, confrontandoci quotidianamente con la gente. Ai pochissimi scontenti diciamo che più lavoro amministrativo, meno attaccamento alle poltrone e un pò di pazienza non guasterebbero».