«I dati comunicati dal presidente Nicola Zingaretti relativi allo stato della sanità laziale sono la migliore testimonianza di un progetto amministrativo pensato sulla realtà e ispirato dalla volontà di assicurare soluzioni concrete ai bisogni delle popolazioni». Così il senatore Francesco Scalia, del Partito Democratico. Afferma: «Come è noto, la sanità laziale è stata vicina al default e particolarmente la  provincia di Frosinone che sta ancora pagando il prezzo di scelte scellerate fatte nel passato. Oggi, peró, per la prima volta da anni il margine operativo della sanità laziale è in zona positiva, i livelli essenziali di assistenza sono al di sopra della soglia minima di adempienza con cure migliori e più adeguate, gli investimenti sono ripresi e per la prima volta dal commissariamento sono stati banditi 55 nuovi concorsi per primari. Penso che non solo i cittadini laziali debbano prendere atto di questi risultati positivi, ma l'intera comunità nazionale ne debba apprezzare lo sforzo, stante la minaccia che il disavanzo della sanità laziale rappresentava per l'intero sistema sanitario nazionale».