«Le guide turistiche abilitate dalla Provincia di Frosinone, come nel resto della regione Lazio, potranno esercitare in ogni luogo d'Italia e d'Europa». A renderlo noto il presidente del consiglio provinciale di Frosinone con delega al Turismo, Luigi Vacana. « quanto ha stabilito la sentenza del 24 febbraio 2017 del Tar del Lazio – prosegue Vacana - che ha accolto il ricorso in opposizione al decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo dell'11 dicembre 2015». Il decreto trattava proprio l' individuazione dei requisiti necessari per l'abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica, prevedendo nuovi esami per l'abilitazione per specifici siti, limitandone le prestazioni nell'ambito di appartenenza. «Una novità assoluta in linea con le indicazioni di Bruxelles ed orientata alla salvaguardia dei principi di concorrenza – ha continuato Vacana». Ha concluso Vacana: «Il provvedimento molto atteso ed auspicato dal presidente Pompeo e da tutto l'ente che potrà risultare efficace per le maggiori opportunità di lavoro che offrirà nel turismo».