«Dopo vent'anni a Cassino si consegnano i primi due alloggi popolari grazie ai fondi stanziati dalla Regione Lazio attraverso la legge regionale 11 agosto 2009 numero 21 "misure straordinarie per il settore edilizio ed interventi per l'edilizia sociale" che ha messo a disposizione dell'Ater 1.163.321 euro per risistemare degli spazi presenti all'interno dei suoi palazzi per farli diventare nuclei abitativi». A renderlo noto è Fausto Salera della Sunia-Cgil, che spiega: «Si tratta di una soluzione che permetterà nei prossimi giorni le prime due consegne di alloggi siti in viale Bonomi dopo tanta attesa nelle graduatorie di assegnazione delle case popolari, due famiglie bisognose avranno un tetto sopra la testa».
Prosegue Fausto Salera: «Tutta l'iniziativa sarà portata avanti con la massima trasparenza attingendo dalle graduatoria approvata con delibera comunale numero 76 "presa d'atto dell'aggiornamento delle graduatorie per l'assegnazione in locazione di alloggi", quindi in alcun modo ci potranno essere strane iniziative nelle assegnazioni e forzature da parte di coloro che non hanno i requisiti. Durante questa prima fase - conclude Salera - saranno realizzati i primi 4 alloggi pari ad un importo di 231.000 euro. Si deve partire con la stagione della legalità nel campo dell'occupazione illegittima degli alloggi popolari perchè ancora non c'è una legge nazionale da parte di chi conduce la politica che regolamenta questi abusi»