Atti vandalici in un parcheggio di Arpino, scoppia la polemica politica. 

«E' un sonno pesante quello che continua ad
attanagliare l'amministrazione comunale di Arpino. Il modo in cui tiene
gli occhi chiusi sulla sicurezza del paese è una conferma. L'ennesima».
Questo è quanto evidenzia il consigliere comunale di Arpino Gianluca Quadrini, a
proposito degli ultimi episodi di vandalismo, registrati l'altra notte
in alcuni parcheggi della città ciceroniana.
«Se le telecamere esistenti fossero funzionanti –afferma il consigliere
Quadrini- certamente questi brutti episodi, che troppo spesso si
ripetono sotto lo sguardo immobile e insensibile dell'amministrazione
Rea, non si sarebbero verificati. Viste le numerose problematiche legate
agli atti di vandalismo è necessario ripristinare il sistema di
videosorveglianza immediatamente, così da garantire la sicurezza e il
bene dei cittadini. Siamo rimasti uno dei pochi paesi, ormai, a non
avere un impianto di telecamere, utile a monitorare il territorio, dal
quale anche le forze dell'ordine possono trarre giovamento individuando
i responsabili dei comportamenti illeciti». 
In un momento di forte allarme sociale, sono sempre più numerosi,
infatti, i paesi che scelgono di essere all'avanguardia nel campo della
sicurezza, adottando il sistema della videosorveglianza ed offrendo al
paese e ai cittadini un monitoraggio reale contro gli episodi di micro e
macro criminalità. «La sicurezza, oggi, è una priorità e solo in questo
modo si potrà contare su un concreto miglioramento delle condizioni di
vita» conclude il consigliere Quadrini.