A inizio del 2024, fluisce il moto politico propedeutico alle amministrative del prossimo giugno. Dopo il comunicato congiunto, a firma delle forze di centrodestra, con il quale i tre partiti anticipavano l'apertura a papabili liste civiche al progetto futuro, diversi gruppi hanno iniziato a far capolino sul proscenio politico. A rispondere all'appello, anche il gruppo di cui si fa portavoce Massimiliano Mastracci. «Più di un motivo anima me ed il gruppo di amici che hanno espresso con convinzione il loro proposito di partecipare alle imminenti consultazioni elettorali verolane».

Con questa affermazione Massimiliano Mastracci ha di fatto ufficializzato la nascita di una squadra di uomini e donne, espressione della società civile cittadina, pronti a dire la loro per invertire il senso di marcia del Governo locale. «Ci anima – ha continuato Mastracci – la convinzione che quanto più concreto sarà lo slancio degli amministratori ad impegnarsi per il conseguimento del bene comune, tanto più efficace sarà l'inversione di rotta che sappia ri-collocare la nostra città in quel ruolo di centralità che merita».

Non ha dubbi Mastracci sulla sua collocazione politica che, come lui stesso afferma, sarà a sostegno della coalizione di centro destra, chiamata a riqualificare l'azione amministrativa che ha reso marginale la città di Veroli a livello sociale ed economico.

«Va colmato – conclude Mastracci – il colpevole distacco tra amministratori ed amministrati che, esclusi completamente da una politica che sta negando il futuro ai giovani è riuscita unicamente ad inimicarsi l'intera comunità verolana. Non a caso stanno emergendo dai nostri frequenti incontri in varie parti del territorio non rassegnazione ma voglia di battersi per cambiare lo stato delle cose, per condividere idee e programmi, per restituire centralità alla cittadinanza. Una scossa di orgoglio, una scintilla fondamentale che ci fa ben sperare in una Veroli migliore. Insieme riusciremo sicuramente a vincere questa grande sfida».