Il sindaco di Arpino Renato Rea ha azzerato le deleghe. «Visto l'imminente termine per la presentazione delle liste alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale, onde evitare spiacevoli strumentalizzazioni politiche in caso di provvedimenti parziali, ho deciso di revocare tutti i decreti di conferimento delle deleghe firmate a suo tempo ai consiglieri comunali - ha detto Rea - Di conseguenza tutte le attività da me delegate ai consiglieri torneranno a far capo al sottoscritto fino al termine del mio mandato, intendendosi azzerato ogni incarico». La scelta è arrivata dopo che il consigliere comunale Niccolò Casinelli ha notificato la sua decisione di rassegnare, con effetto immediato, le sue dimissioni dalla carica di capogruppo consiliare di maggioranza Avanti Arpino "per sopravvenuta incompatibilità".