Saranno due i candidati di Possibile, partito politico fondato da Giuseppe Civati e guidato da Beatrice Brignone, a concorrere per le elezioni regionali del Lazio nel collegio della provincia di Frosinone. Si tratta dell'avvocato e attivista per i diritti e i beni comuni Maurizio Morelli, di Atina, e l'insegnante e sindacalista Fabiola Corbi, di Serrone. Spiega Maurizio Morelli: «Ho deciso di accogliere la proposta di Possibile, comunità politica di cui faccio parte da qualche anno, con grande entusiasmo per poter portare in queste elezioni regionali temi e contenuti trascurati dalle altre forze politiche ma fondamentali per l'area territoriale di cui facciamo parte». Fabiola Corbi rileva: «Nonostante da anni sia impegnata in prima persona sui temi della scuola, non avevo ancora mai fatto il salto verso una candidatura che oggi arriva in una lista, quella Verdi e Sinistra, nella quale ho riscontrato un'attenzione particolare verso i temi che maggiormente reputo essenziali: ambiente, sanità, giovani e, ovviamente, la scuola». La lista "Verdi e Sinistra" è composta da Europa Verde, Possibile e il gruppo Sinistra Civica Ecologista, che si ritrova sulle posizioni dell'eurodeputato Massimiliano Smeriglio.

Ci sono anche gruppi e reti civiche del mondo ecologista e non solo. Nella lista delle regionali (a sostegno della candidatura di Alessio D'Amato) ci saranno anche il consigliere provinciale Luigi Vacana e Stefano Lucarelli.
Definita la lista del Pd: Sara Battisti (consigliere e vicesegretario regionale del partito), Antonio Pompeo (ex presidente della Provincia), Libero Mazzaroppi (sindaco di Aquino), Andrea Querqui (consigliere comunale di Ceccano), Annalisa Paliotta (consigliere comunale di Pontecorvo) e Alessandra Cecilia (ex assessore comunale di Anagni). Ieri Alessio D'Amato ha presentato il programma. E ha detto tra l'altro: «Nessuna possibilità di accordo con il Movimento 5 Stelle. Oggi abbiamo presentato il programma e si apre una fase nuova. Mi rivolgerò a tutti gli elettori». Dunque, il dado è definitivamente tratto.

Per quanto riguarda il Movimento Cinque Stelle (candidata alla presidenza della Regione Donatella Bianchi), questa la squadra in campo in provincia di Frosinone: Loreto Marcelli, Enrica Segneri, Michela Spaziani, Nader Al Khatib, Stella Andreini e Domenico Natale.
Nei giorni scorsi i leader di Sinistra Italiana, a firma Ahmed Mohamed Elmahdy (segretario provinciale) e Gianni Nardone (segretario organizzativo provinciale) hanno comunicato la composizione della lista per le regionali. I nomi indicati sono: Giuseppina Bonaviri, Orlando Cervoni, Eleonora Maini, Renato De Sanctis, Elisabetta Norci, Cristiano Grimaldi. Sinistra Italiana ha sottolineato: «In accordo con il "Coordinamento 2050. Civico, Ecologista e di Sinistra" di Stefano Fassina, abbiamo costituito una compagine denominata: il Polo Progressista, civici per Bianchi presidente, di Sinistra e Ecologista. Andremo in alleanza col Movimento 5 Stelle provando a realizzare un progetto alternativo alle Destre, nonché al Pd ed ai suoi alleati».

Il Terzo Polo di Carlo Calenda e Matteo Renzi appoggia la candidatura alla presidenza di Alessio D'Amato. In lista ci saranno sicuramente, in quota Azione, Massimiliano Quadrini (sindaco di Isola del Liri) Barbara Alifuoco (assessore comunale di Cassino) e Arianna Fratangeli (studentessa universitaria di Frosinone). Per Italia Viva Maurizio Maggi, di Alatri. C'è poi la lista civica di riferimento del candidato presidente Alessio D'Amato. In campo sicuramente il sindaco di Vico nel Lazio Claudio Guerriero. Circolano anche i nomi di Luca Di Ruzza (consigliere comunale di Aquino) e di Luciano Conte.
Pure Demos di Paolo Ciani appoggerà D'Amato. La lista sarà composta dal leader provinciale Luigi Maccaro, Manuela Maliziola (già sindaco di Ceccano), Maria Grazia Baldanzi (ex amministratore di Frosinone), Massimo Natalia (di Anagni), Bruno Pietrobono (di Alatri) e Silvia Tusei, vicesindaco di Villa Latina.