Le elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio aprono nuovi scenari anche nella città fluviale.
Il risiko delle candidature sta portando a continui cambiamenti nello scacchiere politico di Pontecorvo. Tra incontri ufficiali e ufficiosi queste ultime settimane sono state intense e ricche di sorpresa.
Ma saranno i prossimi giorni quelli che porteranno a veri e propri scossoni all'interno nella politica cittadina. Al momento, salvo colpi di scena dell'ultimo minuto, sarebbero due i candidati di Pontecorvo pronti a concorrere per un posto alla Pisana.

Il primo a lanciare la sua candidatura è stato Riccardo Roscia, lo ha fatto con un video diffuso sui suoi canali social. Un messaggio arrivato alla vigilia del Natale per fare i propri auguri alla cittadinanza, ma anche per lanciare un messaggio affinché si trovi unità sul suo nome da votare in massa per avere un rappresentante pontecorvese in consiglio regionale. Una candidatura che Roscia ha dato per certa e che ha annunciato sarà a breve ufficializzata soprattutto con l'indicazione della lista che lo ospiterà.

Ma a scendere in campo potrebbe essere anche Nadia Belli. Ex vicesindaco della città di Pontecorvo, assessore per circa sette anni, ora si trova in opposizione dopo un netto strappo con il sindaco Anselmo Rotondo. Negli ultimi giorni la città fluviale è stata tappezzata di manifesti di Nadia Belli con il simbolo di Fratelli d'Italia e una frase che lascia poche interpretazioni al caso: «La vostra fiducia è il mio successo più grande. Auguriamoci un anno che ci porti, insieme, a raggiungere nuovi entusiasmanti traguardi». In piccolo, ma assolutamente non trascurabile, la dicitura "elezioni regionali".

In molti si chiedono, nel caso di conferma di entrambe le candidature, come si posizionerà il consiglio comunale. Chi deciderà di appoggiare il sindaco Rotondo e chi l'assessore Notato tesserato di Fratelli d'Italia. Una tornata elettorale, quella delle Regionali, che potrà avere ripercussioni anche in città.