Pronti… via! Anche per le elezioni regionali, che si terranno il 12 e il 13 febbraio, si parte con il toto candidati in salsa Cassinate, cadenzato dalla discesa e ridiscesa in campo di consiglieri o aspiranti tali, da destra a sinistra. Dopo il parlamentare regionale uscente Pasquale Ciacciarelli (Lega) che ad inizio mese ha lanciato la sfida al Pd confermando la sua corsa per un seggio alla Pisana, a partire da ieri è in pista anche la cassinate Rossella Chiusaroli, per Forza Italia.

La corsa
Chiusaroli annuncia anche l'apertura del suo comitato elettorale: «Con l'apertura del comitato elettorale di Forza Italia, daremo vita ad uno spazio di dialogo e di confronto che sosterrà la mia candidatura per le elezioni regionali del Lazio». E, sull'impegno personale, argomenta: «Ho scelto di impegnarmi a partire da tre temi che mi stanno a cuore e che vivo quotidianamente: giovani, famiglie e lavoro. Sarò in prima linea per ogni questione importante che toccherà da vicino la mia terra, ma credo sia urgente dare priorità a queste tre tematiche per guardare al futuro con ottimismo». Sui dieci anni a trazione Pd, dice: «In questi anni di governo Zingaretti, i giovani, le famiglie e i lavoratori di questo territorio sono stati l'ultima ruota del carro. Ora, insieme a Francesco Rocca, candidato alla presidenza della regione Lazio, abbiamo l'opportunità di invertire la rotta e mettere in campo una politica sana e incisiva che sappia costruire davvero il bene comune, quello dell'intera regione, non solo di Roma e dei grandi centri. In questi mesi ho incontrato studenti, giovani lavoratori, talenti, persone di ogni età, persone con sogni e bisogni speciali, mamme e papà, professionisti e imprenditori. È a loro che la politica deve prestare ascolto, è a loro che dobbiamo dare risposte concrete, è insieme a loro che intendo portare avanti il mio impegno. La parola insieme per me, non è uno slogan. È la mia dichiarazione d'intenti: desidero essere espressione di una collettività, dei bisogni, speranze e ambizioni che è il nostro territorio».

Il quadro
Nel centrodestra, Cassino occupa un ruolo di primo piano, con tre candidati in tutti i maggiori partiti: Ciacciarelli per la Lega, Chiusaroli per Forza Italia e, manca solo l'ufficialità, Gabriele Picano per Fratelli d'Italia. Tutte e tre figure di rilievo all'interno delle singole sigle. Una centralità invidiata dal sindaco Enzo Salera e dai dem locali che dovranno invece accontentarsi, di tirare fuori dal cilindro una candidatura di servizio per caldeggiare, si dice, la corsa di Antonio Pompeo. Ad eclissare la portata elettorale del primo cittadino, però, ci sono altri due fattori: l'ingerenza della presidente d'aula Barbara Di Rollo, che blandisce la consigliere uscente Sara Battisti; e la papabile discesa in campo del sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi.